I puoti, i dolci di santa Lucia

 

I Puoti sono dei biscotti tradizionalmente consumati in occasione della festa di Santa Lucia.

In lingua veneta puoto significa bambolotto, infatti la loro forma ricorda quella di un fanciullo.

La tradizione vuole che, nella notte tra il 12 e il 13 dicembre, assieme a dolciumi e giocattoli, Santa Lucia porti questi biscotti ai bambini buoni.

Una leggenda narra che a inventarli sia stata proprio Santa Lucia apparsa sotto forma di un'anziana sorpresa da una bufera di neve che trovò rifugio presso una famiglia povera di Badia Calavena.

Era la notte di Santa Lucia e i bambini aspettavano con ansia i dolci che la Santa avrebbe portato loro. Desideravano però anche una bambola, ma non c'erano soldi per comprarla. Così, quando i bimbi andarono a dormire, l'anziana svelò la ricetta dei puoti alla signora che l'aveva ospitata. Con questi i bambini sarebbero stati accontentati perché avrebbero avuto sia le bambole che i dolci desiderati.

La donna capì che l'anziana era santa Lucia quando la vide creare i dolci con un tocco di magia. La farina era poca, ma l'anziana continuava a tirarne fuori a manciate, le uova non c'erano ma prese alcune nespole, le ruppe come uova e ne ricavò tre tuorli. L'anziana trasformò anche l'acqua in latte e da una pentola vuota prese un panetto di burro. Impastò in modo da creare tre bambolotti. Dopo averli cotti, santa Lucia uscì e prese un po' di neve e la fece scendere sui dolci trasformandola in zucchero a velo.

Il giorno dopo tutta la famiglia mangiò i puoti, mentre l'anziana, passata la tempesta, se n'era già andata[1].

Ecco la ricetta per prepararli.

Ingredienti:

farina,

lievito,

acqua,

uova,

zucchero,

burro,

aromi,

sale.

 

Preparazione:

Impastare gli ingredienti e si lasciare l’impasto lievitare per qualche ora;

tagliare e modellare la pasta a forma di ometti alti circa 12 - 15 cm.;

lasciare i puoti ancora a lievitare per qualche ora;

passare sulla superficie una pennellata d’uovo sbattuto cospargere di zucchero;

infornare per la cottura. 

 

[1] La leggenda è tratta da: http://www.veronasera.it/speciale/blog/puoti-santa-lucia.html.