Parte 5: I libri presenti nelle chiese del Contado. Schede 

 

 

In questa sezione vengono raccolti i libri presenti negli anni tra il 1525 e il 1542 nelle chiese della diocesi veronese, secondo quanto risulta da un esame degli inventari redatti dai notai che stilano i verbali delle visite pastorali effettuate in quegli anni dal vescovo di Verona Gian Matteo Giberti o, come accade soprattutto per quelle compiute prima del 1529, da un suo incaricato[1].

Innanzitutto occorre precisare alcuni criteri utilizzati: la trascrizione è stata ordinata in schede numerate, una scheda per ciascuna chiesa in cui viene menzionata la presenza di libri. In tal modo è più semplice sia reperire che confrontare i dati.

Le chiese sono riportate con il loro nome odierno ma si è mantenuta la divisione tra le visite alle chiese del contado e della città e si è rispettato l’ordine che compare nella trascrizione pubblicata nel 1989, a cura di Antonio Fasani, delle visite pastorali i cui verbali manoscritti originali sono reperibili presso l’archivio storico della curia vescovile di Verona. Tale publicazione segue fedelmente il testo originale, pertanto in alcuni casi le date delle visite non si susseguono correttamente: può accadere che tra una serie di visite effettuate in un anno ne venga inserita una o una serie dell’anno precedente.

Di ogni elenco viene riportata la data di redazione, quando questa non è scritta nel verbale in modo completo o non è desumibile in modo certo si è scelto di indicare solo l’anno o l’anno e il mese.

Segue poi l’indicazione della chiesa e della località in cui questa si trova. Occorre precisare che le località sono quelle sottoposte alla giurisdizione del vescovo di Verona nel XVI secolo, pertanto qualcuna di esse attualmente fa parte di un’altra provincia o di un’altra diocesi.

I libri e gli oggetti ad essi inerenti – leggii spesso ricoperti da tovaglie ornate, banchi, armadi, casse – sono trascritti utilizzando il la lingua originaria dei documenti, senza modifiche, per rendere esplicito il modo in cui essi venivano sommariamente descritti tra gli altri arredi sacri presenti in chiesa o cumunque ad essa pertinenti. Dove è possibile viene anche indicato il luogo preciso in cui essi sono conservati: ad esempio sull’altare, in una cappella, in sacrestia.

Quando i libri appartengono a una confraternita vengono segnalati nella chiesa dove questa ha sede indicando anche il nome della societas proprietaria.

È utile tener presente che le visite del 1532 tendono a verificare se quanto richiesto dal vescovo nelle visite precedenti è stato eseguito, pertanto vengono ritenuti validi gli inventari stilati due anni prima e vengono predisposte solamente eventuali aggiunte. Solo in pochi casi viene compilata una vera e propria lista dei beni mobili di cui una chiesa è proprietaria ma talvolta il visitatore richiede l’acquisto di qualche libro: tali richieste vengono riportate anche in questa sede.

Le richieste del vescovo sono presenti ancora di più nelle visite del 1541 quando la compilazione degli inventari viene quasi sempre sostituita da liste, talvolta piuttosto lunghe, di oggetti ritenuti importanti dal visitatore per completare il corredo delle singole chiese.

Viene, infine, indicata la presenza nelle chiese del piccolo libretto che il vescovo consegna ai sacerdoti durante la visita del 1530 riportante indicazioni utili per lo svolgimento della loro attività, di un “calendario” dei santi della chiesa veronese utile, secondo il prelato, per un’ordinata celebrazione delle messe e di altri libri fatti stampare e consaegnati dallo stesso Giberti ai sacerdoti che si dedicavano al servizio pastorale, con i relativi sugerimenti per l’uso.

Anno 1525

-1

2 ottobre 1525

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Portese:

-       missalia 5, videlicet duo in charta membrana cum pena scripta, tria vero impressa in charta bombicina;

-       unum librum pro sacramento in charta pecorina;

-       duos antiphonarios in Maria in charta bombicina;

-       duos lectorinos ligni, videlicet unum magnum et alterum parvum.

 

-2-

 

4 ottobre 1525

chiesa parrocchiale di San Felice e Adauto di San Felice del Benaco:

-       missalia quatuor, videlicet duo in charta membrana, scripta de media vita et duo impressa in charta bombicina;

-       unum graduale in charta membrana;

-       unum librum pro sacramentis scriptum in charta bombicina.

 

-3-

 

5 ottobre 1525

chiesa plebana di Santa Maria di Manerba:

-       unum missale impressum in charta bombicina et duo missalia scripta in bona charta vetusta;

-       unum librum veterem pro baptismo;

 

-4-

 

5 ottobre 1525

chiesa della Santa Trinità in Solarolo (Manerba):

-       unum missale impressum.

 

-5-

 

5 ottobre 1525

chiesa di Santa Lucia di Balbiana (Manerba):

-       unum missale impressum.

 

-6-

 

6 ottobre 1525

chiesa parrocchiale di San Michele di Puegnago:

-       unum missale scriptum in bona charta;

-       unum librum impressum pro sacramentis in membrana.

 

-7-

7 ottobre 1525

prepositura dei Santi Pietro e Procolo di Polpenazze:

-       unum librum scriptum in charta membrana pro sacramentis;

-       unum missale scriptum in membranis;

-       missalia tria impressa in bombicinis;

-       unum missale impressum in bombicinis.

 

-8-

 

7 ottobre 1525

chiesa parrocchiale di San Michele di Soiano:

-       duo missalia, unum scriptum in membranis et unum alterum impressum in bombicinis.

 

-9-

 

8 ottobre 1525

chiesa parrocchiale di San Martino di Moniga:

-       missalia duo, unum scriptum in membranis, alterum impressum;

-       unum librum impressum pro sacramentis.

 

-10-

 

9 ottobre 1525

chiesa plebana dei Santi Emiliano e Cassiano di Padenghe:

-       unum missale scriptum in membranis, vetustum;

-       missalia tria impressa in bombicinis.

 

-11-

 

10 ottobre 1525

chiesa plebana di San Giovanni Battista di Lonato:

-       missalia scripta in membranis duo et quatuor impressa in bombicinis;

-       unum antiphomarium scriptum in membranis;

-       unum librum pro sacramentis, scriptum in membranis.

 

-12-

 

11 ottobre 1525

chiesa plebana di Santa Maria Maddalena di Desenzano:

-       unum missale scriptum, vetus, in membranis;

-       missale unum impressum in charta bombicina, laceratum;

-       unum librum pro sacramentis impressum in bombicina.

 

-13-

 

12 ottobre 1525

chiesa plebana di Santa Maria di Sirmione:

-       missale unum scriptum in membranis, vetus.

 

-14-

 

13 ottobre 1525

chiesa plebana di Santa Maria di Garda:

-       duo missalia scripta in membranis;

-       unum missale impressum in bombicinis;

-       unum librum scriptum in membranis pro sacramentis.

 

-15-

 

14 ottobre 1525

chiesa dei Santi Severo e Nicola di Bardolino:

-       missale unum impressum in bombicinis;

-       unum breviarium vetus, scriptum in membranis;

-       unum librum pro sacramentis.

 

-16-

 

29 agosto 1525

chiesa di San Vitale di Roverè di Velo:

-       un missale de meza vita a stampa;

-       uno sgabello da missale cum una toalia de sopra.

 

-17-

 

29 agosto 1525

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Velo Veronese:

-       un messale a stampa;

-       un libro de sacramenti;

-       un libretto a penna de evangelii et homelie;

-       un messaletto a stampa;

-       uno scabello per il missale;

sull’altare di San Rocco:

-       un missale a stampa con lo suo scabello.

sull’altare del Corpo di Cristo:

-       un missale a penna de meza via;

-       doi toalie da lettorin.

 

-18-

 

29 agosto 1525

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Selva di Progno:

-       un messale a stampa con il suo scabelletto;

-       un altro a penna in carta bona;

-       un libretto de sacramenti a penna.

 

-19-

 

29 agosto 1525

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Bolca:

-       un missale a penna in carta bona con el scabello.

 

-20-

1 settembre 1525

chiesa dei Santi Zeno e Urbano di Vestenavecchia:

-       un libro da sacramenti a stampa;

-       un messale a stampa;

-       un altro a penna in carta bona.

 

-21-

 

1 settembre 1525

chiesa parrocchiale dei Santi Biagio e Salvatore di Castelvero:

-       un messale a stampa de meza vita con il suo scabello;

-       un libro da sacramenti;

sull’altare a sinistra:

-       un missale a stampa veccio.

 

-22-

 

2 settembre 1525

chiesa parrocchiale di San Biagio di Cogollo:

-       un messale a stampa con el scabello;

-       un messale a penna de carta bona;

-       un libro da sacramenti in carta bona.

 

-23-

 

3 settembre 1525

chiesa di San Dionigi di Marcemigo (Tregnago):

- un missale a stampa con el scabello.

 

-24-

 

3 settembre 1525

chiesa plebana di Santa Maria di Tregnago:

-       tri messali a stampa;

-       un libro da sacramenti a penna;

-       un missale in bona carta, veccio;

-       una toalia da letorino con diversi fresi;

-       nove toalie pizole da letorino.

 

-25-

 

3 settembre 1525

chiesa di San Zeno di Cellore di Illasi:

-       un missale a stampa;

-       un altro a penna in carta bona;

-       un graduale a penna in bona carta.

 

-26-

 

3 settembre 1525

chiesa di San Giorgio di Cazzano di Tramigna:

-       doi messali a penna in carta bona;

-       un graduale a penna in simile carta;

-       un libro de sacramenti in simile carta;

-       una toalia pizzola da letorino;

-       un scanello da messale.

 

-27-

 

3 settembre 1525

chiesa plebana di San Bartolomeo di Illasi:

-       tre messali: doi a stampa et uno in carta bona;

-       doi antiphonari in carta bona.

 

-28-

 

6 settembre 1525

chiesa plebana dei Santi Fermo e Rustico di Colognola ai Colli:

-       doi messali, uno a stampa et uno a penna in carta bona con il suo scabello;

in sacrestia:

-       un libro de sacramenti a stampa, novo.

 

 

Anno 1526

 

 

-29-

 

12 agosto 1526

chiesa plebana di San Michele di Belfiore d’Adige:

-       doi messali, uno in carta de capretto e l’altro in carta bombasina, novo.

 

-30-

 

16 settembre 1526

chiesa plebana di San Pietro di Zevio:

-       duo missalia in carta pergamena scripta manu et cum miniaturis;

-       tria missalia impressa in papiro;

-       unus liber a baptizando in carta pergamena, vetus;

-       alius liber a baptizando in papiro.

 

-31-

 

17 settembre 1526

chiesa parrocchiale di Santa Sofia e chiesa di Sant’Andrea di Albaro:

-       duo missalia, quorum unum laceratum.

 

-32-

 

17 settembre 1526

chiesa plebana di Santa Maria di Ronco all’Adige:

-       una bibbia vetus in charta membrana magna, scripta manu;

-       unus liber cantus a missis in membranis scriptus manu.

Il visitatore nota la mancanza di unum missale bonum.

Inoltre, la confraternita della Vergine Maria che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale impressum in papiro.

 

-33-

 

19 settembre 1526

chiesa plebana di Santa Maria di Albaredo d’Adige:

-       duo missalia, alterum scriptum manu in membranis et alterum impressum.

Inoltre, la confraternita di Santa Maria, San Rocco e San Sebastiano che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale impressum.

 

-34-

 

19 settembre 1526

chiesa di Santa Lucia della Ca’ del Sette (Albaredo d’Adige):

-       unum missale.

 

-35-

 

19 settembre 1526

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Bonavigo:

la confraternita del Santo Rosario possiede:

-       unum missale.

Mentre nella stessa chiesa non compare alcun libro.

 

-36-

 

20 settembre 1526

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio di Miega:

-       duo missalia scripta manu in bona charta.

 

-37-

 

21 settembre 1526

chiesa oratorio di Santo Stefano di Minerbe:

-       unum missale.

 

-38-

 

21 settembre 1526

chiesa plebana di San Lorenzo di Minerbe:

-       duo missalia in bona charta;

-       unum psalmista in bona charta;

-       unum antiphonarium;

-       unum graduale;

-       unum missaletum votivum in bona charta;

-       8 toaleole a lectorili;

-       duo lectoralia.

Nella cappella di Sant’Antonio, all’interno della medesima chiesa, si trova:

-       unum missale laceratum.

A Minerbe esiste anche un hospitale la cui chiesa adiacente possiede:

-       unum missale.

 

-39-

 

21 settembre 1526

chiesa parrocchiale di San Zeno di San Zeno di Minerbe:

-       duo missalia.

 

-40-

 

22 settembre 1526

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio Abate di Bevilacqua:

-       duo missalia.

 

-41-

 

22 settembre 1526

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Marega:

-       tria missalia.

 

-42-

 

23 settembre 1526

chiesa plebana di San Paolo di Terrazzo:

-       duo missalia impressa; 

-       unum breviarium a camera.

 

-43-

 

24 settembre 1526

chiesa parrocchiale di Santa Margherita di Carpi:

-       unum missale.

 

-44-

 

24 settembre 1526

chiesa parrocchiale di San Nicolò di Castagnaro:

-       duo missalia.

 

-45-

 

25 settembre 1526

chiesa parrocchiale di San Martino di Vigo:

-       tria missalia.

 

-46-

 

25 settembre 1526

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Spinimbecco:

-       unum missale.

-47-

 

25 settembre 1526

chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena di Vangadizza:

-       4 missalia.

 

-48-

 

25 settembre 1526

chiesa parrocchiale di San Pietro di San Pietro di Legnago:

-       duo missalia.

 

-49-

 

27 settembre 1526

chiesa plebana di San Pietro di Porto di Legnago:

-       duo missalia;

-       duo antiphonaria.

 

-50-

 

28 settembre 1526

chiesa plebana di Santa Maria di Cerea:

-       tria missalia;

-       unum psalterium.

 

-51-

 

28 settembre 1526

chiesa plebana antica di San Zeno di Cerea:

-       unum missale.

 

-52-

 

30 settembre 1526

chiesa di Santa Maria di Roverchiara:

-       tria missalia.

 

-53-

 

30 settembre 1526

chiesa plebana di San Zeno di Roverchiara:

-       duo missalia;

-       unum antiphonarium;

-       unus liber pro mortuis.

 

-54-

 

1 ottobre 1526

chiesa plebana di Sant’Ambrogio di Tombazosana:

-       duo missalia.

-55-

 

1 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di San Pietro di San Pietro di Morubio:

-       duo missalia.

 

-56-

 

2 ottobre 1526

chiesa plebana di San Pietro di Isola Rizza:

-       unus liber pergamenus a baptizando;

-       tria missalia, videlicet duo in membranis et unum impressum;

-       unum lectorile.

 

-57-

 

2 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di San Zeno di Palù:

-       unum missale.

 

-58-

 

3 ottobre 1526

chiesa plebana di San Giovanni Battista di Oppeano:

-       unum missale.

 

-59-

 

3 ottobre 1526

chiesa di San Girolamo di Cadeglioppi:

-       unum missale.

 

-60-

 

3 ottobre 1526

chiesa di Sant’Antonio di Cabroselle (Oppeano):

-       unum missale.

 

-61-

 

3 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di Santa Caterina di Borgo Bonavicina:

-       duo missalia.

 

-62-

 

4 ottobre 1526

chiesa plebana di San Biagio di Casaleole:

la confraternita della Beata Vergine Maria possiede:

-       unum missale

mentre nella stessa chiesa non compare alcun libro.

-63-

 

4 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di San Giacomo di Sustinenza:

-       duo missalia lacerata.

 

-64-

 

5 ottobre 1526

chiesa di San Nicolò di Asparetto:

-       unum missale.

 

-65-

 

6 ottobre 1526

chiesa plebana di San Giovanni Battista di Correzzo:

-       4 missalia.

 

-66-

 

6 ottobre 1526

chiesa parrocchiale dei Santi Fabiano e Sebastiano di Macaccari:

-       unum missale.

 

-67-

 

6 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Gazzo Veronese:

-       unum missale.

Inoltre, la confraternita di Santa Maria che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale.

 

-68-

 

7 ottobre 1526

chiesa plebana di San Pietro di Nogara:

-       duo missalia.

 

-69-

 

7 ottobre 1526

chiesa priorato di San Silvestro di Nogara:

-       duo missalia.

 

-70-

 

7 ottobre 1526

cappella di San Bernardino di Calcinaro (Nogara):

-       unum missale.

 

-71-

7 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Engazzà:

-       duo missalia.

 

-72-

 

7 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di Santa Caterina di Bionde di Visegna:

-       unum missale.

 

-73-

 

8 ottobre 1526

chiesa plebana di San Biagio di Bovolone:

-       duo missalia.

 

-74-

 

8 ottobre 1526

chiesa plebana di San Martino di Salizzole:

-       duo missalia.

 

-75-

 

8 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Tarmassia:

-       unum missale laceratum.

 

-76-

 

10 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Erbè:

-       duo missalia.

 

-77-

 

10 ottobre 1526

chiesa parroccchiale di Santa Maria di Fagnano:

-       unum missale.

 

-78-

 

10 ottobre 1526

chiesa plebana di Santa Maria Maddalena di Trevenzuolo:

-       duo missalia.

 

-79-

 

11 ottobre 1526

chiesa plebana di San Zeno di Vigasio:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

-80-

 

11 ottobre 1526

chiesa di San Pietro di Isolalta:

-       unum missale.

 

-81-

 

11 ottobre 1526

chiesa plebana di San Martino di Povegliano:

-       duo missalia.

 

-82-

 

12 ottobre 1526

chiesa plebana di San Lorenzo di Nogarole Rocca:

-       duo missalia.

 

-83-

 

12 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di San Paolo di Mozzecane:

-       missale.

Inoltre, la confraternita della Beata Vergine Maria che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale.

 

-84-

 

12 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di San Zeno di San Zeno in Mozzo:

-       unum missale.

 

-85-

 

13 ottobre 1526

chiesa plebana di San Lorenzo di Grezzano:

-       duo missalia;

-       unum antiphonarium in bona charta.

 

-86-

 

15 ottobre 1526

chiesa plebana di San Pietro di Valeggio sul Mincio:

-       tria missalia;

-       unum antiphonarium et sanctuarium;

-       unum breviarium;

-       unum lectorile

-       3 toaliole a lectorili.

 

 

-87-

15 ottobre 1526

chiesa di Santa Maria di Borghetto di Valeggio:

-       unum missale.

 

-88-

 

15 ottobre 1526

chiesa plebana di San Nicolò di Castellaro Lagusello:

-       tria missalia.

 

-89-

 

17 ottobre 1526

chiesa plebana di San Leonzio di Ponti sul Mincio:

-       duo missalia.

 

-90-

 

18 ottobre 1526

chiesa plebana di San Martino di Peschiera:

nella cappella di San Giovanni Battista:

-       unum missale.

Nella cappella di San Vincenzo dove ha sede la confraternita dei Disciplinati:

-       unum missale.

 

-91-

 

18 ottobre 1526

chiesa di Santa Maria della Misericordia di Peschiera:

-       unum missale.

 

-92-

 

18 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Colà:

-       unum missale.

 

-93-

 

20 ottobre 1526

chiesa di San Michele di Calmasino:

-       unum missale.

Inoltre, la confraternita della Concezione della Beata Vergine Maria che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale.

 

-94-

 

20 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di San Michele di Gaiun:

-       duo missalia.

-95-

 

21 ottobre 1526

chiesa plebana di Santa Maria di Bussolengo:

-       duo missalia;

-       una biblia pergamena cum miniaturis;

-       unum evangelistarium;

-       unum epistolarium;

-       12 libri sanctorum.

 

-96-

 

22 ottobre 1526

chiesa di Santa Maria della Misericordia di Gargagnago:

-       duo missalia;

-       tres libri cantus.

 

-97-

 

23 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di San Zeno di Fumane:

-       unum missale.

 

-98-

 

23 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di San Zeno di Cavalo:

-       unum missale.

 

-99-

 

23 ottobre 1526

chiesa plebana di Sant’Andrea di Sandrà:

-       unum missale.

Inoltre, la confraternita di Santa Maria che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale.

 

-100-

 

23 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Castelnuovo:

-       unum missale.

 

-101-

 

23 ottobre 1526

chiesa di San Nicolò in Monte di Cavalo:

-       unum missale.

 

-102-

 

23 ottobre 1526

chiesa plebana di San Giorgio di San Giorgio di Valpolicella:

-       unum missale.

 

-103-

 

24 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di Sant’Ambrogio di Sant’Ambrogio di Valpolicella:

-       unum missale.

Inoltre, la confraternita della Vergine Maria che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       duo missalia.

 

-104-

 

20 novembre 1526

chiesa di San Salvatore di Sona:

-       unum missale magnum, novum, cohopertum chorio rubeo cum angulis ertis;

-       unum missale vetus, cohopertum chorio;

-       aliud missale vetus in charta bombicina, non completum;

-       unus omeliarius super evangelia in charta bona, cohopertum tabulis.

Sull’altare maggiore:

-       unus schabellus a missali.

 

-105-

 

20 novembre 1526

chiesa parrocchiale dei Santi Giacomo e Filippo di Cavalcaselle,

sull’altare maggiore:

-       unus schabellus ligneus cum missali magno papiri, cohoperto chorio rubeo;

-       unus banchus cum tobalea magna et nova ac tribus veteribus intus cum quibusdam libellis et uno missali non paginato.

Sull’altare di San Lorenzo:

-       unum lectorile.

Inoltre, la confraternita della Beata Maria Vergine che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unus schabellus ligneus cum missali parvulo.

 

-106-

 

21 novembre 1526

oratorio di San Lorenzo di Cavalcaselle,

sull’altare destro:

-       scabellum ligneum cum missale cohoperto chorio rubeo.

 

-107-

 

22 novembre 1526

chiesa plebana di Sant’Andrea di Sommacampagna,

sull’altare maggiore:

-       unum missale.

In chiesa:

-       duo missalia, alterum carta membrane cohopertum chorio paonacio et alterum papiro cohopertum chorio rubeo.

Nel sacrario:

-       unus liber ordinarius pro baptismo.

 

-108-

 

23 novembre 1526

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Cadidavid:

-       unum scabellum cum missale cohoperto chorio leonato;

-       duo alia missalia in dicta ecclesia;

-       unum littorile ligneum cum sua toballea et libro de cantu firmo pro missa;

-       multi libri pertinentes uni sacerdoti habenti curam animarum.

 

-109-

 

23 novembre 1526

chiesa o oratorio di Santa Maria e San Bartolomeo del Bovo di Cadidavid:

-       unum missale cohopertum chorio rubeo cum cossineto cohoperto chorio;

-       unus libellus carte pergamene cohopertus chorio rubeo pro baptizando;

-       unum littorile ligneum.

 

-110-

 

23 novembre 1526

chiesa di San Pietro di San Giovanni Lupatoto:

-       duo missalia, unum magnum, alterum parvum;   

-       unum breviarium de camera, paginatum, cohopertum chorio rubeo in papiro, vetus;

-       unus libellus pro baptismo in carta pergamena;

-       unum littorile ligneum.

Sull’altare maggiore:

-       unum schabellum a missale.

Inoltre, la confraternita della Beata Maria Vergine che ha sede nella medesima chiesa possiede sul suo altare:

-       unus schabellus ligneus a missale.

 

-111-

 

24 novembre 1526

chiesa di Sant’Antonio di Bagnolo,

sull’altare maggiore:

-       unum missale vetus cohopertum chorio rubeo cum schabello ligneo.

 

-112-

 

25 novembre 1526

chiesa di San Giovanni Battista di Villafontana,

sull’altare maggiore:

-       unum missale in carta papirea.

 

-113-

25 novembre 1526

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Mazzantica,

sull’altare maggiore:

-       unum missale cohopertum chorio rubeo cum scabello.

 

-114-

 

26 novembre 1526

chiesa parrocchiale di San Pellegrino di Pellegrina,

sull’altare maggiore:

-       unum missale vetus, cohopertum chorio rovano;

-       unus libellus pro baptizando cohopertus permulis;

-       alius libellus intitulatus ‘Liber Cathecumini’.

 

-115-

 

27 novembre 1526

chiesa della Santa Croce di Buttapietra,

sull’altare maggiore:

-       unum missale parvum cum schabello.

Nel sacrario:

-       unum aliud missale.

 

-116-

 

27 novembre 1526

chiesa di Santa Toscana in Ciringelli (San Martino di Azzano):

-       missale cum schabello ligneo.

 

-117-

 

27 novembre 1526

chiesa parrocchiale di San Martino di San Martino di Azzano:

-       unum missale cohopertum chorio rubeo, cum angulis ottoni ac scabello ligneo.

 

-118-

 

27 novembre 1526

chiesa di Santa Maria di Castel d’Azzano,

sull’altare maggiore:

-       unum missale cum schabello ligneo.

 

-119-

 

27 novembre 1526

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Alpo,

sull’altare maggiore:

-       missale cum schabello.

 

-120-

 

27 novembre 1526

chiesa di Santa Maria Maddalena di Dossobuono:

-       duo missalia cum schabello ligneo, videlicet unum magnum et unum parvum.

 

 

Anno 1527

 

-121-

 

1 gennaio 1527

chiesa plebana di Santa Maria e San Giovanni Battista di Montorio,

sull’altare maggiore:

-       unus schabellus ligneus sine missali.

Sull’altare di destra:

-        unus schabellus ligneus sine missali.

 

-122-

 

1 gennaio 1527

chiesa di Sant’Anna di Montorio,

sull’altare maggiore:

-       schabellus ligneus cum missali.

 

-123-

 

5 gennaio 1527

chiesa parrocchiale San Odorico di Castagnè,

sull’altare maggiore:

-       unum missale in carta bona.

Sull’altare di sinistra:

-       liber cathecumini impressus.

Inoltre, la confraternita della Beata Maria che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale paginatum, cohopertum chorio rubeo.

 

-124-

 

5 gennaio 1527

chiesa parrocchiale di San Zeno di Moruri,

sull’altare maggiore:

-       unum schabellus ligneus cum missale.

 

-125-

 

5 gennaio 1527

cappella dei Santi Vito, Modesto e Crescenzia di Moruri,

sull’altare maggiore:

-       unum missale.

 

-126-

 

6 gennaio 1527

chiesa di San Martino di Magrano di (Moruri):

-       unum missale paginatum cum chorio rubeo.

 

-127-

 

6 gennaio 1527

chiesa di San Mauro di San Mauro di Saline,

sull’altare maggiore:

-       duo missalia.

 

-128-

 

6 gennaio 1527

chiesa di San Valentino (Badia Calavena),

sull’altare maggiore:

-       unus schabellus ligneus cum missali supra in carta bona.

 

-129-

 

7 gennaio 1527

chiesa parrocchiale dei Santi Ermagora e Fortunato di Centro (Tregnago),

sull’altare maggiore:

-       unum missale novum, cohopertum tella azura;

-       unum breviarium vetus.

Nel sacrario:

-       liber cathecumenorum in carta bona.

 

-130-

 

7 gennaio 1527

chiesa parrocchiale dei Santi Fermo e Rustico di Mezzane di Sopra:

-       duo legendaria in carta bona scripta manu, ligata;

-       unus schabellus ligneus pro missalibus duobus, altero in carta bona et altero in papiro;

-       unus psalmista;

-       unus liber pro baptismo;

-       unum lectorile.

 

-131-

 

7 gennaio 1527

chiesa plebana di Santa Maria di Mezzane di Sotto:

-       4 missalia, quorum unum est in carta pergamena et alia in papiro.

 

-132-

 

7 gennaio 1527

chiesa di Sant’Antonio Abate di Mezzane di Sotto:

-       unus schabellus cum cossino adivisato et missali parvulo in carta bona.

 

-133-

 

9 gennaio 1527

chiesa plebana di San Briccio di San Briccio di Lavagno:

-       unus schabellus ligneo cum missali in carta bona.

 

-134-

 

1527

chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena di Novaglie:

-       unum missale in pergamena scriptum manu et quidam alii libelli incompleti.

 

-135-

 

1527

chiesa plebana di Santa Maria Elisabetta di Grezzana:

-       unum missale in carta papiracea.

 

-136-

 

1527

chiesa parrocchiale di Sant’Apollinare di Lugo di Valpantena:

-       unum missale in carta papyri;

-       aliud missale in carta bona.

 

-137-

 

1527

chiesa parrocchiale dei Santi Filippo e Giacomo di Erbezzo:

-       unum missale papyraceum et aliud pergamenti.

 

-138-

 

14 settembre 1527

chiesa parrocchiale di San Tommaso di Boscochiesanuova:

-       quattuor missalia: tria sunt in carta papyri et aliud pergamenti.

 

-139-

 

14 settembre 1527

chiesa parrocchiale di Sant’Osvaldo di Cerro Veronese:

-       duo missalia in carta papyri;

-       duo libri quibus baptizatur.

 

-140-

 

1527

chiesa parrocchiale di San Nicolò di Roverè di Velo:

-       duo missalia: unum papiri, aliud manu scriptum ex pergamento.

 

-141-

 

1527

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Velo Veronese:

-       duo missalia: unum in carta pergamenti et aliud in carta papyrea.

 

-142-

 

17 settembre 1527

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Selva di Progno:

-       missalia duo in carta papyrea.

 

-143-

 

17 settembre 1527

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Bolca:

-       unum missale ex carta pergamenti.

 

-144-

 

18 settembre 1527

chiesa dei Santi Zeno e Urbano di Vestenavecchia:

-       duo missalia: unum in carta pergamenti, aliud in carta bombasina.

 

-145-

 

1527

chiesa di Castelrotto:

-       un graduale in carta bona;

-       un mesaleto pisolo coverto de stamegna verde;

-       un mesal grande, vechio;

-       un mesal vechio;

-       dui libri de batezar.

 

-146-

 

25 ottobre 1526

chiesa plebana di San Floriano di San Floriano di Valpolicella:

-       unum missale membranum, aliud laceratum.

 

-147-

 

25 ottobre 1526

chiesa parrocchiale di San Pietro di Marano di Valpolicella:

-       duo missalia.

 

-148-

 

1526

chiesa della Vergine Maria in Progno (Negrar):

-       unum missale.

 

-149-

1526

chiesa dei Santi Fermo e Rustico di Prun:

-       unum missale.

 

 

 Anno 1529

 

-150-

 

2 febbraio 1529

chiesa di San Pietro di San Giovanni Lupatoto in cui ha sede la confraternita della Beata Maria Vergine:

-       missalia de societate praedicta duo.

 

-151-

 

febbraio 1529

chiesa parrocchiale di Santa Sofia di Albaro:

-       unum missale antiquum.

 

-152-

 

4 febbraio 1529

chiesa plebana di Santa Maria di Ronco all’Adige:

-       missale vetus in bona carta scriptum manu;

-       missale novum in carta bombasina, coopertum rubeo;

-       graduale notatum in bona carta;

-       una biblia antiqua in bona carta, in duobus voluminibus;

-       unus libellus ad baptizandum de carta bombasina.

 

-153-

 

4 febbraio 1529

chiesa di Santa Maria della Cà Nova (Tombazosana):

-       missalia duo, unum secundum Romanam Ecclesiam, aliud secundum Veronensem.

 

-154-

 

4 febbraio 1529

chiesa plebana di San Zeno di Roverchiara:

-       missalia duo, unum in carta bona et aliud in carta papirea;

-       duo libri, videlicet graduale et antiphonarium;

-       alius liber parvus;

-       lectionarius vetus ac breviarium in carta bona.

 

-155-

 

4 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Roverchiaretta:

-       missalia tria, unum novum et duo vetera.

 

-156-

5 febbraio 1529

chiesa plebana di San Michele di Angiari dove ha sede la confraternita di Santa Maria della Croce:

-       duo missalia, unum in carta bona et aliud in bombasina;

-       unum aliud missale praenominate societatis dicte nostre Domine;

-       duo alii libri antiqui in carta bona.

 

-157-

 

5 febbraio 1529

chiesa plebana di San Martino di Legnago:

-       missalia duo in stampa antiqua, duo in carta pecorina antiqua;

-       unum graduale antiquum et dilaniatum in carta bona;

-       antiphonarius unus.

Inoltre, la confraternita del Corpo di Cristo che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale in carta bona.

La confraternita di San Giuseppe che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       missale unum.

La confraternita dei Disciplinati che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       missale unum.

 

-158-

 

6 febbraio 1529

chiesa plebana di San Pietro Apostolo di Porto di Legnago dove ha sede la confraternita del Corpo di Cristo:

-       missalia duo, unum Corporis Christi et aliud ipsius ecclesie;

-       missale aliud antiquum.

 

-159-

 

6 febbraio 1529

chiesa San Giovanni Battista di Porto di Legnago:

-       missale.

 

-160-

 

6 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di San Pietro di San Pietro di Legnago:

-       duo missalia, unum videlicet in carta bona et aliud in carta papirea.

 

-161-

 

7 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di San Martino di Vigo:

-       missalia duo, unum magnum et aliud parvum.

 

-162-

 

7 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Spinimbecco:

-       missale unum.

-163-

 

7 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di Santa Margherita di Carpi:

-       missale unum.

 

-164-

 

7 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di San Nicolò di Castagnaro:

-       missalia duo in carta bona.

 

-165-

 

7 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Aselogna:

-       missale unum.

 

-166-

 

7 febbraio 1529

chiesa plebana di Santa Maria di Cerea:

-       missalia duo in carta papirea et aliud missale in carta caprina;

-        graduale unum simul lectionarius in carta bona;

-        psalterium in carta bona;

-       duo libri ad baptizandum.

 

-167-

 

7 febbraio 1529

chiesa plebana antica di San Zeno di Cerea:

-       missale.

 

-168-

 

7 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di San Pietro di San Pietro di Morubio:

-       missale unum.

 

-169-

 

febbraio 1529

chiesa parrocchiale di Santa Caterina di Borgo Bonavicina:

-       missali.

 

-170-

 

febbraio 1529

chiesa parrocchiale dei Santi Giacomo e Filippo di Bonavicina:

-       missale.

 

-171-

 

21 febbraio 1529

chiesa plebana di Santa Maria di Bussolengo:

-       missalia duo in carta bona;

-       diversi libri 19.

 

-172-

 

21 febbraio 1529

chiesa plebana antica di Santa Giustina di Palazzolo dove ha sede la confraternita della Beata Vergine (Nostra Signora):

-       missalia duo, unum ecclesie et alterum sicietatis nostre Domine.

 

-173-

 

22 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di Santa Croce di Pastrengo:

-       missalia duo vetera.

 

-174-

 

22 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di San Zeno di Piovezzano:

-       missale unum vetus et laceratum.

 

-175-

 

22 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Cavaion:

-       missale.

Inoltre, la confraternita della Beata Vergine (Nostra Signora) che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       missale.

 

-176-

 

22 febbraio 1529

chiesa di San Michele di Calmasino,

la confraternita di Nostra Signora possiede:

-       missale unum.

 

-177-

 

22 febbraio 1529

chiesa plebana di San Martino di Lazise:

-       missalia duo;

-       antiphonarium in carta bona, vetus;

-       alius liber in carta pecorina.

 

-178-

23 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Rivoli Veronese:

-       missale in carta bona.

 

-179-

 

23 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di San Vigilio di Brentino:

-       missale unum.

 

-180-

 

23 febbraio 1529

chiesa plebana di Santa Maria di Caprino:

-       missale in carta pecorina;

-       aliud missale ruptum.

 

-181-

 

23 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio di Costermano:

-       missalia duo.

 

-182-

 

23 febbraio 1519

chiesa parrocchiale di San Gallo di Pesina:

-       missale in carta bona et aliud in carta bombasina.

 

-183-

 

23 febbraio 1519

chiesa parrocchiale antica di San Verolo di Castion:

-       missale in carta bona et aliud papiraceum.

 

-184-

 

24 febbraio 1519

chiesa plebana di Santa Maria di Garda:

-       missalia quatuor: in carta bona duo et in carta duo;

-       psalterium;

-       antiphonarium et alii libri antiqui, unum deferunt in carta papiracea;

-       pannus a lectorino ex seta crocea.

 

-185-

 

24 febbraio 1529

chiesa dei Santi Severo e Nicola di Bardolino:

-       missalia duo;

-       libri diversi et veteres sex in carta bona.

 

-186-

 

24 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di San Pietro di Bardolino:

-       missale unum.

 

-187-

 

24 febbraio 1529

chiesa plebana di Santa Maria di Cisano:

-       missale in carta bona;

-       leggendarius sanctorum;

-       psalterium.

 

-188-

 

24 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Pacengo:

-       missale.

 

-189-

 

25 febbraio 1529

chiesa di Santa Maria di Sandrà:

-       missalia duo in carta bona et papirea.

 

-190-

 

25 febbraio 1529

chiesa plebana di San Martino di Peschiera:

-       missalia duo in carta pecorina.

 

-191-

 

26 febbraio 1529

chiesa plebana di San Michele di Monzambano:

-       libri antiqui et diversi generis sex;

-       missale similiter antiquum.

 

-192-

 

26 febbraio 1529

chiesa plebana di Santa Maria di Sirmione:

-       missalia tria, unum vidilicet in carta bona et alia in carta papirea.

 

-193-

 

27 febbraio 1529

chiesa plebana nuova di Santa Maria di Padenghe:

-       missalia duo in carta papirea.

 

-194-

 

28 febbraio 1529

chiesa parrocchiale di San Martino di Moniga:

-       missalia duo.

 

-195-

 

28 febbraio 1529

chiesa plebana di Santa Maria di Manerba:

-       missalia septem, vidilicet tria in carta bona et quatuor in carta papirea;

-       duo libri in cantu;

-       lectionarius;

-       orationarius;

-       psalmista.

 

-196-

 

28 febbraio 1529

chiesa parrocchiale dei Santi Felice e Adauto di San Felice del Benaco:

-       missalia quatuor;

-       unum graduale.

 

-197-

 

1 marzo 1529

chiesa parrocchiale di San Michele di Puegnago:

-       missalia duo, in carta bona unum et aliud in carta papirea.

 

-198-

 

2 marzo 1529

prepositura dei Santi Pietro e Procolo di Polpenazze:

-       missalia quinque.

 

-199-

 

2 marzo 1529

chiesa parrocchiale di San Michele di Soiano:

-       missalia duo.

 

-200-

 

3 marzo 1529

chiesa plebana di San Giovanni Battista di Lonato:

-       missalia tria in carta papirea;

-       duo alia in carta bona antiqua omnia;

-       antiphonarius in carta bona;

-       graduale in carta bombasina;

-       breviarium magnum in carta bombasina.

 

-201-

 

4 marzo 1529

chiesa plebana di San Nicolò di Castellaro Lagusello:

-       missalia duo in carta bona.

 

-202-

 

5 marzo 1529

chiesa plebana di San Pietro di Valeggio sul Mincio:

-       missalia quatuor antiqua in carta bona;

-       graduale;

-       antiphonarius.

 

-203-

 

5 marzo 1529

chiesa di Santa Maria di Borghetto di Valeggio:

-       missalia duo vetera et antiqua.

 

-204-

 

5 marzo 1529

chiesa di San Pietro di Custoza:

-       missale unum.

 

-205-

 

8 marzo 1529

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Alpo:

-       missale.

 

-206-

 

8 marzo 1529

chiesa plebana di San Martino di Povegliano:

-       missalia duo in carta bona, aliud in carta papirea.

 

-207-

 

8 marzo 1529

chiesa plebana di San Pietro di Villafranca:

-       missale unum in carta membrana;

-       graduale;

-       antiphonarius.

 

-208-

 

9 marzo 1529

chiesa plebana di San Lorenzo di Grezzano:

-       missalia duo in carta bona et papirea.

Nella cappella dell’Assunzione di Santa Maria si trova:

-       missale.

 

-209-

 

9 marzo 1529

chiesa parrocchiale di San Paolo di Mozzecane:

-       missale.

Inoltre, la confraternita della Beata Vergine Maria (Nostra Signora) che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       missale.

 

-210-

 

9 marzo 1529

chiesa di San Martino di Tormine:

-       missale.

 

-211-

 

9 marzo 1529

chiesa parrocchiale di San Martino di Bagnolo:

-       missale unum in carta bona;

-       libri duo in carta bona et antiqui.

 

-212-

 

9 marzo 1529

chiesa parrocchiale di San Zeno di Roncolevà:

-       missalia duo.

 

-213-

 

10 marzo 1529

chiesa plebana di Santa Maria Maddalena di Trevenzuolo:

-       missalia duo in carta papirea.

Inoltre, la confraternita della Beata Vergine (Nostra Signora) che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       missale.

 

-214-

 

10 marzo 1529

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Erbè:

-       missalia duo in carta bona et papirea;

-       libri septem varii.

Inoltre, la confraternita di Nostra Signora che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       missale.

 

-215-

 

10 marzo 1529

chiesa parrocchiale di San Biagio di Castelbelforte:

-       missale in carta bona.

 

-216-

 

11 marzo 1529

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Sorgà:

-       missalia quatuor, duo in carta bona et duo in carta papirea.

 

-217-

 

11 marzo 1529

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Bonferraro:

-       missalia duo.

Inoltre, la confraternita di Nostra Signora che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       missale.

 

-218-

 

11 marzo 1529

chiesa parrocchiale dei Santi Michele e Andrea di Villimpenta:

-       missalia duo.

 

-219-

 

11 marzo 1529

chiesa plebana di San Pietro di Nogara:

-       missale.

 

-220-

 

11 marzo 1529

chiesa parrocchiale di San Lorenzo di Ostiglia:

-       missalia tria, in carta bona unum et alia in carta papirea;

-       missale aliud.

 

-221-

 

15 marzo 1529

chiesa di Santa Maria di Ostiglia:

-       missalia 7 nova et vetera in carta papirea quorum duo sunt in carta bona

-       graduale unum;

-       unus antiphonarius;

-       psalmista;

-       breviarium unum;

-       gradualia duo;

-       tres antiphonari in carta bona.

 Sull’altare di San Giovanni:

-       missale unum.

 

-222-

 

16 marzo 1529

chiesa plebana di San Giovanni Battista di Correzzo:

-       missalia tria.

 

-223-

 

16 marzo 1529

chiesa parrocchiale di San Gregorio di Campalano:

-       missale.

 

-224-

 

16 marzo 1529

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Sanguinetto:

-       missalia tria, unum scilicet in carta bona et duo in carta papirea.

 

-225-

 

16 marzo 1529

chiesa parrocchiale di San Giacomo di Sustinenza:

-       missale.

 

-226-

 

17 marzo 1529

chiesa parrocchiale di Santa Caterina di Bionde di Visegna:

-       missale unum.

 

-227-

 

17 marzo 1529

chiesa parrocchiale di San Lorenzo di Concamarise:

-       missalia duo.

 

-228-

 

18 marzo 1529

chiesa plebana di San Martino di Salizzole:

-       missalia duo scripta manu in carta bona et aliud in carta papirea.

 

-229-

 

18 marzo 1529

chiesa plebana di San Pietro di Isola Rizza:

-       missalia tria, unum in carta bona manuscriptum.

Presso il rettore a Verona:

-       unum missale novum cum borchiis.

 

-230-

19 marzo 1529

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Mazzantica:

il visitatire annota la mancanza, tra l’altro, di missali.

 

-231-

 

19 marzo 1529

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Tarmassia:

-       missale unum.

 

-232-

 

19 marzo 1529

chiesa di Santa Maria di Isola della Scala:

-       missalia quatuor;

-       libri decem diversi;

-       alii libri 15 varii et antiqui.

 

-233-

 

20 marzo 1529

chiesa plebana di San Zeno di Vigasio:

il visitatore nota che in chiesa, tra l’altro, manca il messale.

La confraternita di Nostra Signora possiede:

-       missale unum.

 

-234-

 

2 aprile 1529

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Cadidavid:

-       tria missalia carte comunis;

-       unum graduale.

 

-235-

 

4 aprile 1529

chiesa parrocchiale di San Celestino di Nichesola:

-       unum missale.

 

-236-

 

4 aprile 1529

chiesa plebana di San Paolo di Terrazzo:

-       duo missalia.

 

-237-

 

5 aprile 1529

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Marega:

-       tria missalia, duo sunt vetustate confecta et aliud carte pergamene.

 

-238-

 

5 aprile 1529

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio Abate di Bevilacqua:

-       duo missalia.

 

-239-

 

5 aprile 1529

chiesa parrocchiale di San Zeno di San Zeno di Minerbe:

-       tria missalia, duo vetera et unum novum.

 

-240-

 

5 aprile 1529

chiesa plebana di San Lorenzo di Minerbe:

-       missalia quinque, duo scilicet nova carte bombasine et unum carte pergamene et duo vetera carte bombasine;

-       unum psalterium carte pergamenae;

-       unum graduale;

-       unum antiphonarium carte pergamene.

Il graduale e l’antifonario vengono riposti in un armadio in sacrestia.

 

-241-

 

6 aprile 1529

chiesa parrocchiale di San Giovannni Battista di Bonavigo:

-       duo missalia nova et duo vetera.

 

-242-

 

6 aprile 1529

chiesa plebana di San Giacomo di Coriano:

-       missale unum satis triste.

Il visitatore annota che alla chiesa serve un messale perché quello che c’è è vetus et laceratus.

 

-243-

 

6 aprile 1529

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio di Miega:

-       duo missalia.

 

-244-

 

6 aprile 1529

chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena di Caselle di Pressana:

-       unum missale novum carte bombicine;

-       unum aliud missale carte bone et aliud carte bombacine.

 

-245-

 

7 aprile 1529

chiesa plebana di Santa Maria di Albaredo d’Adige dove ha sede la confraternita di Santa Maria, San Rocco e San Sebastiano:

-       duo missalia dicte ecclesie carte bombasine;

-       unum missale dicte societatis carte pergamene.

 

-246-

 

7 aprile 1529

chiesa di Santa Lucia di Cà del Sette:

-       unum missale.

 

-247-

 

7 aprile 1529

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Bionde (Belfiore d’Adige):

-       unum missale.

 

-248-

 

7 aprile 1529

chiesa plebana di San Michele di Belfiore d’Adige:

-       duo missalia.

 

-249-

 

7 aprile 1529

chiesa plebana di San Pietro di Caldiero:

-       unum missale in carta pecorina et duo in carta comuni.

 

-250-

 

8 aprile 1529

chiesa plebana dei Santi Fermo e Rustico di Colognola ai Colli:

-       duo missalia, unum scilicet carte pergamene et alterum carte comunis.

 

-251-

 

8 aprile 1529

chiesa plebana di San Lorenzo di Soave:

-       duo missalia parva et lacerata;

-       tres libri de cantu in carta bona.

Tra gli oggetti che don Lazarus, arciprete della chiesa, ha acquistato per la medesima c’è anche unum missale magnum in carta papirea.

 

-252-

 

9 aprile 1529

chiesa parrocchiale di Sant’Alberto di Castelcerino:

-       unum missale parvum.

 

-253-

 

9 aprile 1529

chiesa di San Giorgio di Cazzano di Tramigna:

-       missalia duo in carta pecorina;

-       unum antiphonarium.

 

-254-

 

9 aprile 1529

chiesa di San Zeno di Cellore di Illasi:

-       unum missale et aliud vetus in carta pecorina.

 

-255-

 

9 aprile 1529

chiesa plebana di San Bartolomeo di Illasi:

-       tria missalia;

-       unus liber ad baptizandum.

 

-256-

 

10 aprile 1529

chiesa di Sant’Egidio di Tregnago:

-       quatuor missalia, unum in carta bona et alia in carta comuni.

 

-257-

 

10 aprile 1529

chiesa parrocchiale di San Biagio di Cogollo:

-       duo missalia.

 

-258-

 

11 aprile 1529

chiesa parrocchiale dei Santi Pietro, Vito e Modesto di Badia Calavena:

-       missalia quinque vel sex.

 

-259-

 

11 aprile 1529

chiesa parrocchiale dei Santi Biagio e Salvatore di Castelvero:

-       duo missalia.

 

-260-

 

11 aprile 1529

chiesa dei Santi Zeno e Urbano di Vestenavecchia:

-       duo missalia, unum in carta bona et aliud in carta comuni;

-       liber cathecumenorum.

 

-261-

 

11 aprile 1529

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Bolca:

-       unum missale.

 

-262-

 

12 aprile 1529

chiesa parrocchiale dei Santi Ermagora e Fortunato di Centro (Tregnago):

-       unum missale.

 

-263-

 

12 aprile 1529

chiesa di San Valentino di Badia Calavena:

-       unum missale carte pecorine.

 

-264-

 

12 aprile 1529

chiesa di San Mauro di San Mauro di Saline:

-       tria missalia, vidilicet unum carte pergamene et alia duo carte comunis.

 

-265-

 

12 aprile 1529

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Velo Veronese:

-       missalia tria.

 

-266-

 

12 aprile 1529

chiesa parrocchiale di San Nicolò di Roverè di Velo:

-       missalia quatuor.

 

-267-

 

14 aprile 1529

chiesa parrocchiale di Sant’Osvaldo di Cerro Veronese:

-       duo missalia manuscripta.

Inoltre, la confraternita della Beata Vergine Maria che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale novum.

 

-268-

 

14 aprile 1529

chiesa di Santa Margherita di Boscochiesanuova:

-       missalia quatuor magna et unum vetus, parvum in carta pergamena;

-       duo libri cathecumenorum in carta capreta.

 

-269-

 

15 aprile 1529

chiesa parrocchiale dei Santi Giacomo e Filippo di Erbezzo:

-       duo missalia;

-       liber cathecumenorum.

Il cappellano don Andreas risulta avere un grado appena tollerabile di cultura perché possiede multos libros sacre scripture, ma potius vino quam dictis libris incumbit, preferisce il vino ai libri.

 

-270-

 

15 aprile 1529

chiesa di Sant’Anna di Sant’Anna d’Alfaedo:

-       duo missalia.

 

-271-

 

15 aprile 1529

chiesa parrocchiale di San Marziale di Breonio:

-       duo missalia;

-       liber cathecumenorum.

 

-272-

 

16 aprile 1529

chiesa parrocchiale di San Zeno di Cavalo:

-       unum missale carte pergamene.

Inoltre, la confraternita di Santa Maria che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale.

 

-273-

 

16 aprile 1529

chiesa parrocchiale di San Zeno di Fumane:

-       unum missale carte caprete.

Inoltre, la confraternita della Beata Maria Vergine che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale a stampa.

 

-274-

 

17 aprile 1529

chiesa di San Michele di Bure:

-       unum missale.

 

-275-

 

17 aprile 1529

chiesa di Santa Maria della Misericordia di Gargagnago:

-       unum missale;

-       aliud missale in carta bona parvum;

-       unus antiphonarius ut supra.

-276-

 

18 aprile 1529

chiesa parrocchiale di Sant’Ambrogio di Sant’Ambrogio di Valpolicella dove ha sede la confraternita del Corpo di Cristo:

-       duo missalia, alterum carte pecorine, alterum carte comunis;

-       alterum missale parvum societatis Corporis Christi.

 

-277-

 

18 aprile 1529

chiesa dei Santi Giacomo e Filippo di Peri:

-       unum missale parvum.

 

-278-

 

19 aprile 1529

chiesa parrochiale di Santa Lucia di Dolcè:

-       unum missale, quod est dicti rectoris (don Bartholomeus de Festis).

 

-279-

 

19 aprile 1529

chiesa parrocchiale di San Martino di Volargne:

-       unum missale;

-       liber cathecumenorum;

-       aliud missale carte pecorine.

 

-280-

 

19 aprile 1529

chiesa parrocchiale di San Pietro di Ponton:

-       unum missale parvum et vetus.

 

-281-

 

28 luglio 1529

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Quinto di Valpantena:

-       duo missalia, unum scilicet in carta bona et aliud in carta comuni.

 

-282-

 

28 luglio 1529

chiesa di Santa Maria di Santa Maria in Stelle:

-       duo missalia, alterum scilicet carte pecorine et alterum carte comunis.

 

-283-

 

28 luglio 1529

chiesa parrocchiale di San Pietro di Poiano:

-       unum missale in carta bona vetus;

-       liber cathecumenorum.

 

-284-

 

1 agosto 1529

chiesa plebana di Santa Maria di Montorio:

-       unum missale novum.

 

-285-

 

4 agosto 1529

chiesa plebana di San Martino di Negrar:

-       missalia duo, unum scilicet carthe pecorine, aliud membranee.

 

-286-

 

agosto 1529

chiesa plebana di San Pietro di Arbizzano:

-       unum missale.

 

-287-

20 settembre 1529

chiesa dei Santi Nazaro e Celso di Pigozzo (Mizzole):

-       unum missale.

 

-288-

 

20 settembre 1529

chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena di Novaglie.

-       unum missale magnum et unum parvum;

-       liber cathecumenorum.

 

-289-

 

21 settembre 1529

chiesa parrocchiale di Sant’Apollinare di Lugo di Valpantena:

-       duo missalia, unum in carta pecorina dicte ecclesie et aliud carte comunis;

-       aliud missale.

 

-290-

 

21 settembre 1529

chiesa parrocchiale di San Clemente di Alcenago:

-       unum missale;

-       liber cathecumenorum;

-       unum missale in carta pecorina.

 

-291-

 

21 settembre 1529

chiesa parrocchiale di Sant’Andrea di Romagnano:

-       unum missale vetus.

Inoltre, la confraternita di Maria Vergine che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale.

 

-292-

 

21 settembre 1529

chiesa di San Pietro di Azzago (Romagnano):

-       unum missale.

 

-293-

 

22 settembre 1529

chiesa plebana di Santa Maria Elisabetta di Grezzana:

-       unum missale.

Nella cappella di San Bartolomeo:

-       unum missale et aliud missale parvum.

 

-294-

 

22 settembre 1529

chiesa parrocchiale di Ognissanti di Marzana:

-       unum missale in carta pecorina et aliud in carta comuni.

 

-295-

 

28 settembre 1529

chiesa parrocchiale di San Pietro di San Pietro in Cariano:

-       unum missale vetus in carta pecorina.

Inoltre, la confraternita della Beata Vergine Maria che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale in carta comuni.

 

-296-

 

settembre 1529

chiesa parrocchiale di San Lorenzo di Pescantina:

-       missalia quinque in carta comuni et unum in carta pecorina scriptum pena.

 

-297-

 

settembre 1529

chiesa di San Martino di Bure:

-       unum missale.

 

-298-

 

27 settembre 1529

chiesa parrocchiale di San Pietro di Marano di Valpolicella:

-       unum missale in carta bona.

-299-

 

settembre 1529

chiesa parrocchiale di San Paolo di Prun:

-       unum missale parvum;

-       libri septem inter parvos et magnos in carta membrana desuper tecti chorio nigro;

-       unum aliud missale magnum.

 

-300-

 

settembre 1529

chiesa di San Pietro di Torbe:

-       unum missale vetus.

 

-301-

 

settembre 1529

chiesa dei Santi Fermo e Rustico di Valgatara:

-       unum missale vetus.

 

-302-

 

settembre 1529

chiesa plebana di San Floriano di San Floriano di Valpolicella:

-       missalia quatuor, duo antiquissima et alia duo, unum novum et aliud in carta pecorina;

-       tria capita librorum: antiphonarium scilicet et alia duo gradualia.

 

-303-

 

30 settembre 1529

chiesa parrocchiale di San Odorico di Castelrotto:

-       duo missalia, unum in carta bona et aliud in carta comuni, vetus.

 

-304-

 

5 ottobre 1529

chiesa di Sant’Andrea di Trezzolano:

-       missale unum.

 

-305-

 

ottobre 1529

chiesa parrocchiale di San Salvatore di Cancello:

-       unum missale.

 

-306-

 

ottobre 1529

chiesa di San Martino di Magrano (Moruri):

-       unum missale.

 

-307-

 

ottobre 1529

chiesa parrocchiale di San Zeno di Moruri:

-       unum missale carte comunis, aliud missale carte pecorine.

 

-308-

 

6 ottobre 1529

chiesa parrocchiale dei Santi Fermo e Rustico di Mezzane di Sopra:

-       duo missalia, alterum in carta bona, alterum in carta comuni;

-       liber cathecumenorum.

 

-309-

 

6 ottobre 1529

chiesa parrocchiale di Sant’Odorico di Castagnè:

-       unum missale vetus et unum novo.

 

-310-

 

6 ottobre 1529

chiesa plebana di San Briccio di San Briccio di Lavagno:

-       unum missale in carta pecorina.

 

-311-

 

6 ottobre 1529

chiesa di San Pietro di Marcellise:

-       unum missale in carta pecorina;

-       liber cathecumenorum.

Inoltre, la confraternita della Beata Maria Vergine che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale carte comuni

 

Anno 1530

 

-312-

 

30 aprile 1530

chiesa plebana nuova di Santa Maria di Sommacampagna:

-       unum missale in charta pergamena;

-       unum aliud missale in charta bombicina vetus et aliud novum.

 

-313-

 

30 aprile 1530

chiesa di San Pietro di Custoza (Sommacampagna):

-       unum missale vetus in charta pergamena.

 

 

-314-

30 aprile 1530

chiesa di Santa Maria di Borghetto di Valeggio:

-       unum missale.

 

-315-

 

1 maggio 1530

chiesa plebana di San Pietro di Valeggio sul Mincio:

-       missalia tria;

-       unus antiphonarius;

-       unus liber ad baptizandum in cartha pergamena.

 

-316-

 

2 maggio 1530

chiesa parrocchiale della Visitazione della Beata Vergine Maria di Sona:

-       unum missale;

-       unus liber pro baptismo.

 

-317-

 

3 maggio 1530

chiesa plebana di Sant’Andrea di Sandrà:

-       unum missale in cartha pergamena;

-       unum aliud in cartha bombicina.

 

-318-

 

4 maggio 1530

chiesa parrocchiale dei Santi Filippo e Giacomo di Cavalcaselle:

-       duo missalia;

-       duo libri ab baptizandum.

 

-319-

 

5 maggio 1530

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Colà:

-       unum missale laceratum.

 

-320-

 

5 maggio 1530

chiesa di San Zeno di Lazise:

-       unum missale novum magnum;

-       alterum parvum;

-       duae bibliae.

Il visitatore ordina che siano riportate in chiesa alcuni oggetti, tra cui i libri, messi in salvo dagli eventi bellici.

 

-321-

 

6 maggio 1530

chiesa di San Michele di Calmasino:

-       unum missale novum in cartha bombicina.

 

-322-

 

6 maggio 1530

chiesa plebana di Santa Maria di Cisano.

-       unum missale vetus scriptum in cartha pergamena;

-       unus alius liber vetus pro missis;

-       unum legendarium in quo sunt vitae sanctorum;

-       unus antiphonarius vetus;

-       unus liber psalmorum vetus;

-       unus parvus libellus pro sacramentis, laceratus.

Il visitatore ritiene necessario, oltre ad altri oggetti, un liber pro baptismo.

 

-323-

 

6 maggio 1530

chiesa dei Santi Severo e Nicola di Bardolino:

-       duo missalia, unum in cartha pergamena et alterum in bombicina;

-       libri 12 in cartha pergamena;

-       unum breviarium in cartha bona.

 

-324-

 

7 maggio 1530

chiesa plebana di Santa Maria di Garda:

-       missalia 4, duo in cartha pergamena et duo in cartha impressa;

-       unus psalmista magnus;

-       unus liber baptismalis;

-       duo libri ad cantandum.

 

-325-

 

7 maggio 1530

chiesa parrocchiale antica di San Verolo di Castion:

-       missalia.

 

-326-

 

8 maggio 1530

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio di Costermano:

-       duo missalia, unum in cartha bona vetus et ad caducitatem vergens, alterum in cartha bombicina.

 

-327-

 

8 maggio 1530

chiesa di San Gallo di Pesena:

-       duo missalia, unum in cartha bona et alterum in bombicina impressum.

Quest’ultimo è della confraternita della Beata Vergine Maria che ha sede nella medesima chiesa.

 

-328-

 

11 maggio 1530

chiesa di San Zeno di San Zeno di Montagna:

-       unum missale vetus, laceratum.

Il visitatore afferma che è necessario, tra le altre cose, unum missale.

 

-329-

 

11 maggio 1530

chiesa di San Pietro di Torri del Benaco:

-       tria missalia: duo in cartha pergamena et unum impressum, vetus;

-       unum antiphonarium vetus in cartha bona.

 

-330-

 

11 maggio 1530

chiesa di San Marco di Pai:

-       unum missale impressum.

 

-331-

 

12 maggio 1530

chiesa di San Giovanni Battista di Brenzone:

-       missalia tria: unum in cartha pergamena, duo alia mediae vitae.

 

-332-

 

12 maggio 1530

chiesa plebana di Santo Stefano di Malcesine:

-       missalia tria;

-       liber unus psalmorum et alius liber ad baptizandum.

 

-333-

 

13 maggio 1530

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Portese:

-       missalia 5.

 

-334-

 

14 maggio 1530

chiesa parrocchiale dei Santi Felice e Adauto di San Felice del Benaco:

-       4 missalia: duo in cartha pergamena et duo impressa;

-       unum graduale monasticum;

-       liber unus pro baptismo.

 

-335-

 

15 maggio 1530

chiesa plebana di Santa Maria di Manerba:

-       missalia 8.

 

-336-

 

16 maggio 1530

prepositura dei Santi Pietro e Procolo di Polpenazze:

-       missalia tria impressa et unum in cartha membrana;

-       psalterium impressum et unum in cartha pergamena;

-       duo breviaria;

-       tres alii libri vetustissimi in cartha bona evangeliorum et epistularum;

-       unus libellus pro administrandis sacramentis;

-       unum lectorile.

 

-337-

 

16 maggio 1530

chiesa parrocchiale di San Michele di Soiano:

-       unum in cartha bona et alterum impressum ex duobus missalibus, quae sunt in eadem ecclesia.

 

-338-

 

16 maggio 1530

chiesa parrocchiale di San Martino di Moniga:

-       duo missalia magna, unum bonum et alterum vetus;

-       unus libellus pro mortuis et baptismo.

 

-339-

 

16 maggio 1530

chiesa plebana nuova di Santa Maria di Padenghe:

-       missalia 4: tria carthae comuis et unum in cartha bona, vetus;

-       libri duo psalmorum in cartha comuni;

-       liber ad baptizandum in carta comuni;

-       liber qui dicitur orationale divinorum officiorum.

 

-340-

 

17 maggio 1530

chiesa plebana di San Giovanni Battista di Lonato:

-       antiphonarium unum in cartha pergamena;

-       missalia duo in cartha simili;

-       alia duo in cartha bombicina;

-       breviarium unum a cantu;

-       gradualia duo in cartha bombicina;

-       liber unus in cartha pergamenacea pro baptismo.

 

-341-

 

18 maggio 1530

chiesa plebana di Santa Maria Maddalena di Desenzano:

-       4 missalia;

-       unus liber pro antiphonis vetus.

 

-342-

 

19 maggio 1530

chiesa di San Martino di Rivoltella:

-       missalia duo in cartha pergamena;

-       missale unum carthae bombicinae pro servitio ecclesiae Sancti Michaelis.

 

-343-

 

21 maggio 1530

chiesa plebana di Santa Maria di Sirmione:

-       duo missalia;

-       liber baptismalis secundum curiam.

 

-344-

 

21 maggio 1530

chiesa di Santa Maria di Pozzolengo:

-       missalia duo.

 

-345-

 

22 maggio 1530

chiesa plebana di San Nicolò di Castellaro Lagusello:

-       in cartha pergamena missalia duo;

-       unum aliud missale in cartha bombicina;

-       unus liber pro officio mortuorum.

 

-346-

 

23 maggio 1530

chiesa plebana di Santa Maria di Mozambano:

-       unum missale vetus in cartha pecorina.

Il visitatore nota che, tra gli altri oggetti, mancano missalia duo.

 

-347-

 

24 maggio 1530

chiesa di San Nicolò di Ponti sul Mincio:

-       liber baptismalis secundum curiam;

-       missalia duo: unum in cartha bona et alterum impressum.

 

-348-

 

24 maggio 1530

chiesa plebana di San Martino di Peschiera;

in sacrestia:

-       missalia duo in cartha pergamena, veteres.

 

-349-

 

25 maggio 1530

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Cavaion:

-       missale unum in cartha bona, vetus.

La confraternita della Beata Vergine Maria che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale.

In sacrestia:

-       liber sacramentorum secundum curiam.

 

-350-

 

26 maggio 1530

chiesa parrocchiale di San Michele di Gaiun:

-       duo missalia: unum manuscriptum et alterum impressum.

 

-351-

 

26 maggio 1530

chiesa di San Giovanni Battista di Belluno:

-       unum missale.

 

-352-

 

27 maggio 1530

chiesa plebana di Santa Maria di Avio:

-       libri 11 impressi in cartha bona.

 

-353-

 

28 maggio 1530

chiesa di San Matteo del Cornetto:

-       unum missale.

 

-354-

 

28 maggio 1530

chiesa di San Bartolomeo di Fadano:

-       unum missale vetus.

 

-355-

 

28 maggio 1530

chiesa di San Zeno di Crusano:

-       unum missale.

 

-356-

 

31 maggio 1530

chiesa di San Martino di Pilcante:

-       duo missalia: unum impressum, alterum manuscriptum;

-       libri magni 10 et 4 parvi;

-       unus libellus pro baptismo.

 

-357-

 

31 maggio 1530

chiesa dei Santi Filippo e Giacomo di Peri:

-       unum missale impressum in quarto folii.

 

-358-

 

1 giugno 1530

chiesa parrocchiale di Santa Lucia di Dolcè:

-       unum missale;

-       aliud missale impresum.

 

-359-

 

1 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Martino di Volargne:

-       missalia duo.

 

-360-

 

1 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Pietro di Ponton:

-       unum missale parvum.

 

-361-

 

1 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Lorenzo di Pescantina:

-       tres psalmistae;

-       missalia 5, unum mamuscriptum in cartha pecorina;

-       quinternum unum in cartha simili super quo notata est missa, quae cantatur in die sancti Laurentii;

-       liber unus in cartha membrana pro baptismo.

 

-362-

 

2 giugno 1530

chiesa di San Nicolò in Monte di San Giorgio di Valpolicella:

-       duo missalia, unum in cartha pergamenacea.

 

-363-

 

2 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Zeno di Cavalo:

-       unum missale manuscriptum.

 

-364-

 

2 giugno 1530

chiesa di San Bartolomeo di Mazurega:

-       unum missale.

 

-365-

 

2 giugno 1530

chiesa di Santa Maria della Misericordia di Gargagnago:

-       unum missale laceratum;

-       libri tres ad cantandum cantum planum.

Il visitatore annota la mancanza di unum missale.

 

-366-

 

3 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Zeno di Fumane:

-       unum missale in cartha bona.

La confraternita della Beata Vergine Maria che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       missale unum.

 

-367-

 

3 giugno 1530

chiesa di San Michele di Bure:

-       unum missale.

 

-368-

 

3 giugno 1530

chiesa di San Martino di Bure:

-       missale.

 

-369-

 

3 giugno 1530

chiesa parrocchiale di Sant’Odorico di Castelrotto:

-       unum missale in cartha bona et aliud in cartha bombicina.

 

-370-

 

8 giugno 1530

chiesa di San Giacomo di Parona:

-       unum missale.

 

-371-

 

8 giugno 1530

chiesa di San Rocco di Corrubio:

-       missale.

 

-372-

 

9 giugno 1530

chiesa plebana di San Floriano di San Floriano di Valpolicella:

-       missalia 4.

 

-373-

 

9 giugno 1530

chiesa di Santo Stefano di Valgatara:

-       unum missale.

Don Antonius de Silvestris che celebra le messe nella chiesa provvederà all’acquisto di un messale e di altri oggetti che mancano.

 

-374-

 

9 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Pietro di Marano di Valpolicella:

-       unum missale in cartha bona.

 

-375-

 

10 giugno 1530

chiesa di Sant’Anna di Sant’Anna d’Alfaedo:

-       duo missalia;

-       unus liber pro baptismo;

-       unus alius liber pro cantu.

 

-376-

 

11 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Marziale di Breonio:

-       duo missalia: unum manuscriptum, alterum impressum.

 

-377-

 

12 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Paolo di Prun:

-       missale unum in cartha bona vetus.

 

-378-

 

13 giugno 1530

chiesa plebana di San Martino di Negrar:

-       missalia duo.

 

-379-

 

14 giugno 1530

chiesa plebana di San Pietro di Arbizzano:

-       unus parvus libellus pro baptismo;

-       unum missale manuscriptum;

-       unum missale impressum.

 

-380-

 

18 giugno 1530

chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena di Novaglie:

-       liber cathecumenorum secundum ritum curiae romanae;

-       unum missalein cartha bombicina.

 

-381-

 

18 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Pietro di Poiano:

-       unum missale vetus in cartha bona;

-       alterum in cartha comuni.

 

-382-

 

18 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Quinto di Valpantena:

-       missalia tria;

-       breviarium unum a camera.

 

-383-

 

18 giugno 1530

chiesa parrocchiale di Ognissanti di Marzana:

-       liber pro cathecumenis

-       duo missalia: unum in carta pergamena, alterum impressum

-       libri octo in cartha pergamena manuscripti.

 

-384-

 

18 giugno 1530

chiesa di Santa Maria di Santa Maria in Stelle:

-       duo missalia: unum impressum, alterum manuscriptum;

-       liber unus in cartha pergamena pro cantu.

 

-385-

 

18 giugno 1530

chiesa plebana di Santa Maria Elisabetta di Grezzana:

-       unum missale impressum et aliud carthae bonae.

 

-386-

 

19 giugno 1530

chiesa parrocchiale di Sant’Andrea di Romagnano:

-       unum missale impressum mediae vitae.

Il visitatore consegna al cappellano il Memoriale pro instructione sua quomodo se habere debeat in cura animarum sibi subiectarum,

 

-387-

 

19 giugno 1530

chiesa di San Pietro di Azzago (Romagnano):

-       unum missale.

 

-388-

 

20 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Clemente di Alcenago:

-       missalia duo, unum in cartha in cartha bona.

Il visitatore ricorda che dimissum fuit eidem sacerdoti Memoriale quod et aliis consuevit dimitti per praefatum reverendissimum dominum ut videant quomodo se gerere debeant in administranda cura animarum.

 

-389-

 

21 giugno 1530

chiesa parrocchiale dei Santi Giacomo e Filippo di Erbezzo:

-       duo missalia impressa.

 

-390-

 

21 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Tommaso di Boscochiesanuova:

-       missalia 6 magna et unum parvus vetus;

-       libri duo cathecumenorum.

Il visitatore ricorda che dimissum fuit eidem Memoriale pro istructione simplicium curatorum cum impositione quod illud declaret et insinuet capellano Herbeggi et Roveredi ut in cura animarum animosius et doctius se exerceant.

 

 

-391-

 

22 giugno 1530

chiesa parrocchiale di Sant’Osvaldo di Cerro Veronese dove ha sede la confraternita della Beata Vergine:

-       duo missalia;

-       liber sacramentorum secundum ritum Romanae Curiae;

-       unum missale societatis praedictae in onore beatae Virginis.

 

-392-

 

22 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Nicolò di Roverè di Velo:

-       missalia 4;

-       liber baptismi in cartha bona.

 

-393-

 

23 giugno 1530

chiesa di San Vitale di Roverè di Velo:

il visitatore chiede l’acquisto di una Bibliam et postillas super librum evangeliorum.

 

-394-

 

23 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Velo Veronese:

-       liber pro baptismo secundum Romanam Curiam;

-       missalia tria: duo impressa et unum in cartha pergamena.

 

-395-

 

23 giugno 1530

chiesa di San Mauro di San Mauro di Saline:

-       liber sacramentorum secundum consuetudinem Romanae Curiae;

-       tria missalia: unum manuscriptum et duo impressa;

-       duo parvi libelli: unus in cartha bona et alter bombicina.

 

-396-

 

24 giugno 1530

chiesa di San Valentino di Badia Calavena:

-       unum missale in cartha pergamena.

 

-397-

 

24 giugno 1530

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Selva di Progno:

-       liber sacramentorum secundum Romanae Curiae consuetudinem;

-       missalia duo: unum papireum et aliud pecorinum.

Il visitatore ricorda che traditum fuit ei breve Memoriale per eundem reverendissimum dominum institutum et ordinatum pro instructione eorumdem curatorum et praesertim rudium vel simplicium.

 

-398-

 

25 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Bolca:

-       liber secundum ritum Romanae Ecclesiae pro administratione sacramentorum;

-       unum missale in cartha bona.

 

-399-

 

25 giugno 1530

chiesa dei Santi Zeno e Urbano di Vestenavecchia:

-       liber sacramentorum secundum ritum Romanae Curiae;

-       missalia duo impressa.

Il visitatore ricorda che dimissa fuerunt duo Memoralia.

 

-400-

 

26 giugno 1530

chiesa parrocchiale dei Santi Biagio e Salvatore di Castelvero:

-       librum sacramentorum secundum formam traditam a sancta Romana Ecclesia;

-       duo missalia vetera.

Traditum fuit Memoriale.

 

-401-

 

26 giugno 1530

chiesa parrocchiale dei Santi Pietro, Vito e Modesto di Badia Calavena:

-       liber sacramentorum secundum consuetudinem Romanae Curiae;

-       missalia sex.

Il visitatore ricorda che dimissum fuit dicto sacerdoti Memoriale, quo alii curati utuntur ex institutione praefati reverendissimi domini.

 

 

-402-

 

26 giugno 1530

chiesa parrocchiale di San Biagio di Cogollo:

-       liber sacramentorum secundum ritum Romanae Curiae;

-       duo missalia.

Dimissum fuit Memoriale.

-403-

 

26 giugno 1530

chiesa plebana di Santa Maria di Tregnago:

-       liber baptismalis;

-       unum missale manuscriptum;

-       4 missalia impressa;

-       liber unus psalmorum.

Tradita insuper fuere per eundem reverendissimum dominum antedictis duobus capellanis duo Memoralia pro eorum instructione in regimine animarum.

 

-404-

 

26 giugno 1530

chiesa di San Zeno di Cellore di Illasi:

-       duo missalia vetera: unum in cartha bombicina, alterum in cartha pergamena.

 

-405-

 

27 giugno 1530

chiesa di San Giorgio di Cazzano di Tramigna:

-       liber secundum curiam pro baptismo prvulorum.

Dimissum fuit ei Memoriale pro eius instructione in exercitio animarum.  

 

-406-

 

27 giugno 1530

chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena di Castelcerino:

-       librum sacramentorum secundum ritum curiae.

Datum fuit ei Memoriale, quod et aliis fuit relictum per eundem reverendissimum dominum pro instructione eorum in cura animarum.

 

-407-

 

27 giugno 1530

chiesa di Sant’Antonio di Costeggiola:

-       unum missale.

 

-408-

 

28 giugno 1530

chiesa plebana di San Lorenzo di Soave:

-       liber sacramentorum secundum ritum Romanae Curiae;

-       duo missalia parva;

-       unum missale magnum in cartha papirea.

Exibitum fuit ei Memoriale.

 

-409-

 

30 giugno 1530

chiesa plebana dei Santi Fermo e Rustico di Colognola ai Colli:

-        liber sacramentorum secundum Romanae Curiae stilum;

-       duo missalia: unum carthae pergamenae, alterum carthae papireae.

Tradidit idem dominus Memoriale pro eorum instructione ad curam animarum.

 

-410-

 

1 luglio 1530

chiesa plebana di San Bartolomeo di Illasi:

-       liber sacramentorum secundum formam traditam a sancta Romana Ecclesia;

-       tria missalia: do impressa et unum in cartha bona.

Dimissum fuit eisdem Memoriale.

 

-411-

 

2 luglio 1530

chiesa di Santa Maria di San Briccio di Lavagno:

-       liber baptismi secundun curiam Romanam.

Dimissum fuit ei Memoriale.

 

-412-

 

2 luglio 1530

chiesa di SanMartino di Lavagno:

-       unum missale manuscriptum in cartha pecorina;

-       liber cathecumenorum.

 

-413-

 

3 luglio 1530

chiesa plebana di Santa Maria di Mezzane di Sotto:

-       Liber sacramentorum secundum curiam.

-       missalia 5.

Datum  fuit eidem don Antonio Memoriale.

 

-414-

 

4 luglio 1530

chiesa di San Pietro di Marcellise:

-       liber cathecumenorum secundum regulam Romanae Ecclesiae.

 

-415-

 

5 luglio 1530

chiesa parrocchiale di Sant’Odorico di Castagnè:

-       liber sacramentorum secundum ritum Romanae Ecclesiae;

-       misalia duo: unum manuscriptum in cartha pecorina, alterum impressum.

 

-416-

 

6 luglio 1530

chiesa parrocchiale dei Santi Fermo e Rustico di Mezzane di Sopra:

-       liber sacramentorum secundum curiam;

-       duo missalia, unum in cartha bona et alterum impressum;

-       unum parvum scabellum pro missali;

-       liber baptismalis;

-       unus liber psalmorum.

Datum fuit eidem capellano Memoriale.

 

-417-

 

6 luglio 1530

chiesa parrocchiale dei Santi Ermagora e Fortunato di Centro (Tregnago):

-       liber sacramentorum secundum formam a sancta Romana Ecclesia traditam;

-       unum missale magnum et unum parvum.

Dimissum fuit ei Memoriale.

 

-418-

 

 7 luglio 1530

chiesa parrocchiale di San Zeno di Moruri:

-       liber sacramentorum secundum curiam;

-       tria missalia: duo manuscripta et unum impressum in cartha bombicina.

 

-419-

 

7 luglio 1530

chiesa parrocchiale di San Zeno di Moruri:

Traditum fuit eidem capellano Memoriale.

 

-420-

 

7 luglio 1530

chiesa di San Martino di Magrano (Moruri):

-       unum missale impressum.

 

-421-

 

8 luglio 1530

chiesa parrocchiale di San Salvatore di Cancello:

-       liber sacramentorum secundum ritum Romane Curiae;

-       unum missale.

Datum fuit Memoriale pro instructione animarum eidem capellano per eundem reverendissimum dominum.

 

-422-

 

8 luglio 1530

chiesa di Sant’Andrea di Trezzolano:

-       librum sacramentorum secundum formam ab Ecclesia Romana edoctam.

 

-423-

 

8 luglio 1530

chiesa dei Santi Faustino e Giovita di Albisano (Trezzolano):

-       missale unum;

-       liber sacramentorum.

Dimissum fuit eidem Memoriale pro regimine animarum per reverendissimum dominum antedictum.

 

 

-424-

 

9 luglio 1530

chiesa parrocchiale di San Pietro di Mizzole:

il visitatore ricorda che Memoriale exibitum fuit pro regimine animarum.

 

-425-

 

10 luglio 1530

chiesa plebana di Santa Maria di Montorio:

-       liber baptismalis secundum stilum Romanum;

-       unum missale novum impressum.

Dimissum fuit eidem capellano Memoriale pro cura animarum.

 

 

-426-

 

10 settembre 1530

chiesa plebana di San Pietro di Zevio:

-       liber baptismalis secundum formam a sancta Romana Ecclesia;

-       duo missalia in cartha pergamena;

-       quatuor alia missalia: duo parva et duo in forma magna impressa;

-       duo antiphonarii cum notis pro cantu in cartha bona;

-       unum graduale in cartha bona;

-       quidam liber omiliarum;

-       plures libri et diversi;

-       liber cathecumenorum secundum curiam.

Nella capsa sacramentorum:

-       libro secundum formam a sancta Romana ecclesia traditum.

 

-427-

 

10 settembre 1530

chiesa di Santa Maria di Santa Maria di Zevio:

Praefatus reverendissimus dominus Memoriale pro instructione rudium sacerdotum manu propria tradidit eidem don Dominico, paterne ipsum admonens ut velit invigilare secundum illius tenorem animarum sibi subiectarum curae.

 

-428-

 

12 settembre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Sofia di Albaro:

-       liber pro sacramentis;

-       duo missalia: unum in cartha pergamena, vetus, habens litteras caducas, alterum vero impressum in cartha bombicina et vetus.

Idem reverendissimus dominus tradidit eidem capellano breve Memoriale, quod pro rudium sacerdotum instructione, quomodo se habere debeant in exercenda animarum cura, confici iussit, mandans illi quod in eius lectione saepe versetur.

 

-429-

 

12 settembre 1530

chiesa plebana antica dei Santi Vito, Modesto e Crescenzia di Belfiore d’Adige:

-       duo missalia: unum manuscriptum in cartha pergamena, alterum parvum impressum.

Breve Memoriale, pro instructione instructione curatorum confectum, ei dedit.

 

-430-

 

13 settembre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Bionde (Belfiore d’Adige):

-       unum missale bonum.

Il visitatore chiede di provedere all’acquisto, tra gli altri oggetti, di almeno duobus missalibus.

Datum fuit per reverendissimum dominum Memoriale solitum dari sacerdotibus ut discant quomodo se habere debeant in exercitio curae animarum.

 

-431-

 

13 settembre 1530

chiesa parrocchiale di San Salvatore di Zerpa (Belfiore d’Adige):

-       unum missale.

 

-432-

 

14 settembre 1530

chiesa plebana di Santa Maria di Ronco all’Adige:

-       liber sacramentorum secundum normam ab Ecclesia Romana traditam;

-       unum missale vetus manuscriptum;

-       unum missale novum impressum;

-       unum graduale in cartha pergamena;

-       una biblia vetus, divisa in duobus voluminibus.

Praefatus reverendissimus dominus Memoriale solitum tradidit dicto capellano commendans ei curam et salutem animarum.

 

-433-

 

15 settembre 1530

chiesa plebana di Sant’Ambrogio di Tombazosana:

-       liber baptismalis secundum curiam romanam.

Dimissum fuit Memoriale eidem capellano per reverendissimum dominum, imponens et ex corde ei commendans curam animarum sibi commissarium.

 

-434-

 

16 settembre 1530

chiesa plebana di San Pietro di Isola Rizza:

-       liber baptismalis secundum Romanae Curiae ritum.

 

-435-

 

17 settembre 1530

chiesa di Sant’Antonio di Cabroselle (Oppeano):

-       liber baptismalis secundum morem patriarchatus Aquilegiensis che il visitatore chiede di sostituire con uno secundum Curiam Romanam e chiede inoltre di acquistare unum missale.

 

-436-

 

18 settembre 1530

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di San Giovanni Lupatoto:

-       liber baptismalis secundum Romanam Curiam;

-       tria missalia et unum breviarium vetus a cantu.

Datum fuit Memoriale dicto don Nicolae, cum admonitione quod bene se gerat et tam in morum quam in litterarum exercitio et quod illud memoriae commendet.

 

-437-

 

19 settembre 1530

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Cadidavid:

-       liber baptismalis secundum curiam;

-       tria missalia.

-438-

 

19 settembre 1530

chiesa plebana di San Zeno di Vigasio:

-       liber cathecumenorum et baptizandorum secundum normam a Romana Ecclesia traditam;

-       missalia duo.

Dimissum fuit Memoriale don Ioanni capellano, cum admonitione quod illud diligenter addiscat et secundum illius continentiam se in animarum sibi commissarium curam exerceat.

 

-439-

 

20 settembre 1530

chiesa plebana di San Martino di Povegliano:

-       liber baptismalis secundum Curiam Romanam;

-       duo missalia: unum in cartha pergamena, alterum impressum.

 

-440-

 

21 settembre 1530

chiesa parrocchiale di San Martino di Bagnolo:

-       librum baptismalem secundum Curiam Romanam;

-       liber unus pro cantu magnus cum coopertura nigra;

-       unus liber ad cathechizandos infantes;

-       tres parvi libri veteres in membranis.

Dimissum fuit Memoriale eidem don Georgio per praefatum reverendissimum dominum cum admonitione paterna ut de talento scientiae sibi condonato ab omnipotenti Deo, in reddenda ratione illius, idem omnipotens dicere illi valeat “Euge, serve bone” et cetera.

 

-441-

 

22 settembre 1530

chiesa parrocchiale di San Zeno di Roncolevà:

-       unus liber pro baptizandis pueris.

Et datum fuit eidem Memoriale dari solitum per reverendisimum dominum curam exercentibus animarum ne in illius, qui rudes sunt, exercitio penitus pereant et errent.

 

-442-

 

22 settembre 1530

chiesa parrocchiale di San Biagio di Castelbelforte:

-       missale unum in cartha pergamena.

 

-443-

 

23 settembre 1530

chiesa plebana di Santa Maria Maddalena di Trevenzuolo:

-       duo missalia;

-       liber cathecumenorum.

Dimissum fuit Memoriale eidem capellano cum impositione ut illud diligenter addiscat et observet.

 

-444-

 

23 settembre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Fagnano:

-       unum missale in cartha pergamena;

-       unum missale in cartha bombicina;

-       unus liber pro baptismo.

Et datum fuit postremo eidem capellano breve Memoriale de manu reverendi domini, quod omnibus curam exercentibus solitum est dari, ut accuratius discat quid sibi importet iniunctum officium.

 

-445-

 

24 settembre 1530

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Erbè:

-       liber sacramentorum secundum ritum Romanae Curiae;

-       missalia duo: unum in cartha bona, alterum vero papirea;

-       libri 7 varii,

-       liber pro baptismo conferendo.

 

-446-

 

24 settembre 1530

chiesa di San Zeno di Pontepossero:

-       missalia duo;

-       liber cathecumenorum.

 

-447-

 

24 settembre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Sorgà:

-       liber baptismalis secundum Romanam Curiam;

-       missalia duo impressa, vetera.

 

-448-

 

25 settembre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Bonferraro:

-       librum pro baptismo secundum normam et regulam Romanae curiae;

-       duo missalia: unum manuscriptum in pergamena, alterum impressum.

Inoltre, la confraternita della Beatissima Vergine che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale novum.

Et postremo datum fuit ei Memoriale, quod dare omnibus solet idem dominus, ut in animarum cura et exercitio peritior et praestantior evadat.

 

-449-

 

25 settembre 1530

chiesa di Santa Maria di Villimpenta:

-       liber baptismalis.

Dimissum fuit eidem capellano Memoriale saepedictum de manu eiusdem reverendissimi domini, qui et insuper illum, paterna charitate compulsus, adhortatus est ad bene vivendum et se dirigendum in via et mandatis Domini omnipotentis.

 

-450-

 

25 settembre 1530

chiesa parrocchiale di San Pietro di San Pietro in Valle:

-       liber pr baptismo secundum ritum Romanae Curiae.

Datum fuit eidem don Micaeli Memoriale ut in illo addiscat ex innumerabilibus paucula, quae sibi incumbunt et curatis caeteris rudibus.

 

-451-

 

26 setembre 1530

chiesa plebana di San Pietro di Nogara:

-       liber pro baptismo secundum Curiam;

-       unum missale.

 

-452-

 

26 settembre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Gazzo Veronese:

-       liber pro baptismo secundum Romanam Curiam;

-       duo missalia.

Dimissum fuit ei Memoriale per antedictum dominum reverendissimum dari solitum omnibus curatis.

 

-453-

 

26 settembre 1530

chiesa di San Prosdocimo di Pradelle di Gazzo Veronese:

-       unum missale vetus.

 

-454-

 

27 settembre 1530

chiesa parrocchiale dei Santi Giacomo e Filippo di Roncanova:

-       liber baptismalis secundum Curiam;

-       missalia duo impressa.

Dimissum fuit praedicto capellano Memoriale solitum dari quibuscumque curatis per diocesim Veronensem, cum commissione quod ilud cordi teneat, pro cura animarum illi subiectarum.

 

-455-

 

27 settembre 1530

chiesa plebana di San Giovanni Battista di Correzzo:

-       liber cathecumenorum secundum Curiam;

-       missalia tria.

Datum fuit eidem domino Laurentio Memoriale ut in illo curam animarum adiscat.

 

-456-

 

27 settembre 1530

chiesa parrocchiale dei Santi  Fabiano e Sebastiano di Macaccari:

-       liber baptismi secundum Curiam;

-       missalia duo.

Dimissum fuit eidem sacerdoti Memoriale ut in illo se exerceat.

 

-457-

 

27 settembre 1530

chiesa parrocchiale di San Gregorio di Campalano:

-       liber baptismalis;

-       unum missale manuscriptum.

Dimissum fuit Memoriale eidem capellano cum impositione quod in illo se exerceat.

 

-458-

 

28 settembre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Engazzà:

-       liber sacramentorum;

-       unus liber pro baptismo;

-       duo missalia: unum impressum, alterum manuscriptum.

Eidem domino Andreae datum fuit Memoriale omnibus curatis solitum dari cum contingerit eos visitare ut rudes in illo adiscant quae sibi conveniunt scire.

 

-459-

 

28 settembre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Caterina di Bionde di Visegna:

-       liber baptismalis secundum Curiam;

-       unum missale.

Exibitum fuit Memoriale per reverendissimum dominum dari solitum omnibus curatis, antedicto don Bonaventurae cum admonitione ut in eius lectione diligenter versetur.

 

-460-

 

28 settembre 1530

chiesa plebana di San Martino di Salizzole:

-       liber baptismalis secundum curiam;

-       duo missalia: unum in cartha pergamena, alterum vero impressum;

-       tres libri veteres in cartha pergamena pro cantu.

Dimissus fuit eidem domino capellano Memoriale ut in illo adiscat quae sibi incumbunt pro cura animarum.

 

-461-

29 settembre 1530

chiesa parrocchiale di San Lorenzo di Concamarise:

-       liber secundum Curiam pro conferendo baptismo.

-       duo missalia.

Datum postremo fuit Memoriale solitum dicto don Bartholomeo, ut in illo se exerceat in addiscendo quae sibi necessaria sunt pro cura animarum.

 

-462-

 

29 settembre 1530

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Sanguinetto:

-       liber pro sacro baptismo;

-       missalia tria: unum manuscriptus et duo impressa, lacerata;

-       unum aliud missale novum impressum altaris domini Ioannis Leoni, cappellano della chiesa.

Datum fuit Memoriale ut, si fieri potest, addiscant quae sibi incumbunt pro exercitio curae animarum.

 

-463-

 

29 settembre 1529     

chiesa parrocchiale di San Giacomo di Sustinenza:

-       liber pro baptismo;

-       duo missalia.

 

-464-

 

29 settembre 1530

chiesa plebana di San Biagio di Casaleone:

-       liber secundum Romanam Curiam pro baptismo.

Datum fuit Memoriale breve eidem don Alphonso ut in illo se exerceat.

 

-465-

 

30 settembre 1530

chiesa plebana di San Pietro di Cerea:

-       liber cathecumenorum secundum Curiam;

-       unum missale vetus in cartha membrana;

-       duo alia impressa, unum vetus, alterum laceratum;

-       unum antiphonarium in cartha bombicina;

-       unus psalmista vetus in cartha pecorina;

-       duo libri veteres in cartha bona pro baptismo.

Dimissum fuit Memoriale pro instructione rudium sacerdotum ut in illo se exerceat.

 

-466-

 

30 settembre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Caterina di Borgo Bonavicina:

-       missale.

 

-467-

 

30 settembre 1530

chiesa parrocchiale dei Santi Filippo e Giacomo di Bonavicina:

-       liber secundum Romanae Curiae stilum;

-       unum missale;

-       unum missale coopertum corio rubro et unum missale coopertum nigro;

-       duo libelli pro baptismo.

Datum fuit eidem don Bartholomeo Memoriale ut in illo rude suum aquat ingenium et admonitus fuit ab eodem reverendissimo domino ut se diligenter custodiat a conversatione quadam mala, quam de eo intellexit.

 

-468-

 

30 settembre 1530

chiesa parrocchiale di San Pietro di San Pietro di Morubio:

-       liber sacramentorum secundum Romanam Curiam;

-       duo missalia vetera: unum in membranis manuscriptum, alterum in papiro, impressum;

-       duo libelli cathecumenorum: alter manuscriptus, alter vero formalis impressus.

Il visitatore chiede di acquistare, tra gli altri oggetti, unum missale novum.

Datum fuit eidem don Alovisio curatis dari solitum.

 

-469-

 

1 ottobre 1530

chiesa plebana di San Zeno di Roverchiara:

-       liber secundum Romanae Curiae stilum  pro sacramentis conferendis;

-       duo missalia: unum manuscriptum, alterum autem impressum;

-       unus libellus carthae pecorinae pro cantu;

-       liber pro baptismo conferendo;

-       unus liber Graduale nominatus.

Inoltre, la confraternita della Beata Vergine che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       missale unum.

Datum fuit Memoriale eidem capellano ut in illo se instruat.

 

-470-

 

1 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Roverchiaretta:

-       liber baptismi secundum curiam;

-       tria missalia: unum novum et duo vetera.

Datum fuit eidem Memoriale ut secundum illud curam exerceat.

 

-471-

 

1 ottobre 1530

chiesa plebana di San Michele di Angiari:

-       liber  secundum Romanae Curiae stilum;

-       duo missalia: unum manuscriptum alterum impressum.

Dimissum fuit eidem capellano breve Memoriale, aliis curatis dari solitum, ut ad illud exequendum intendat pro sua et aliorum sibi commissorum salute.

 

-472-

 

2 ottobre 1530

chiesa plebana di San Martino di Legnago:

-       quatuor missalia: duo manuscripta et duo impressa;

-       unus liber pro antiphonis.

Inoltre, la confraternita del Corpo di Cristo che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale in cartha pergamena.

Per la chiesa vengono richiesti:

-       unum graduale;

-       duo missalia;

-       unum librum psalmorum;

-       unum librum pro cantandis himnis;

-       uno libro pro administrandis sacramentis.

 

-473-

 

3 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di San Pietro di San Pietro di Legnago:

-       liber baptismalis secundum Romanam Curiam;

-       tria missalia: unum manuscriptum, duo vero formalis impressa.

Dimissum fuit illi breve Memoriale ut per illud adiscat quae sibi incumbunt pro animarum salute.

 

-474-

 

3 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena di Vangadizza:

-       liber sacramentorum secundum normam Romanae Ecclesiae.

-       missalia 4.

Datum fuit Memoriale solitum eisde, cum admonitione ut in illo et in aliis sacerdoti curato necessariis se exerceat.

 

-475-

3 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di San Martino di Vigo:

-       duo missalia in cartha bombicina.

Et datum fuit ei parvus ille libellus, Memoriale breve noncupatus, quem curatis dare solemus, ut se, illo mediante, ad animarum curam fecundius instruat.

 

-476-

 

3 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Aselogna:

-       liber pro baptismo secundum normam a Romana Ecclesia;

-       missalia duo.

Datum fuit et illi breve illud Memoriale omnibus curatis dari solitum.

 

-477-

 

4 ottobre 1530

chiesa di San Giovanni Battista di Porto di Legnago:

-       missale unum.

 

-478-

 

4 ottobre 1530

chiesa plebana di San Pietro di Porto di Legnago:

-       liber baptismalis secundum Romanae Curiae.

Viene richiesto l’acquisto di un libellus unus pro cathetizandis pueris seu infantibus, unus liber pro cantandis missis e unus liber pro baptismo.

 

-479-

 

4 ottobre 1530

chiesa di Sant’Agostino di Canove:

-       duo missalia lacerata;

-       unum missale novum.

Datum fuit eidem Memoriale ut ex illius studio peritior fiat.

 

-480-

 

5 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Spinimbecco:

-       unum missale.

Et datum fuit eidem don Francisco breve Memoriale solitum dari aliis curatis.

 

-481-

 

5 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Margherita di Carpi:

-       liber cathechizandorum secundum Curiam.

Datum fuit eidem don Bartholomeo breve compendiolum directorium sacerdotum curatorum, ut secundum illius normam et doctrinam animas sibi subditas curet.

 

-482-

 

5 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di San Nicolò di Castagnaro:

-       liber secundum Romanae Curiae regulam pro cathecumenis;

-       missalia duo in cartha pergamena.

Traditum fuit consuetum Memoriale eidem don Augustino ut in illo se instruat de voluntate et ordinatione, quam exoptat idem reverendissimus servari in animarum cura.

 

-483-

5 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di San Celestino di Nichesola:

-       liber cathecumenorum secundum Curiam Romanam;

-       unum missale.

 

-484-

 

6 ottobre 1530

chiesa plebana di San Paolo di Terrazzo:

-       liber sacramentorum secundum Romanae Curiae stilum;

-       tria missalia: unum cartha pergamena et duo formalis  impressa.

Dimisum fuit eidem don Bernardino Memoriale breve  solitum dari per eundem reverendissimum dominum omnibus curatis visitatis cum impositione ut in illo se exerceat pro sua et suorum salute.

 

-485-

 

6 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Marega:

-       liber cathecumenorum secundum Romanae Ecclesiae morem;

-       duo missalia lacerata in cartha bombicina;

-       unum missale vetus in cartha pergamena.

Il visitatore richiede l’acquisto, tra gli altri oggetti, di duo missalia.

 

-486-

 

7 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio Abate di Bevilacqua:

-       liber pro baptismo secundum Curiam;

-       duo missalia formalis impressa;

-       unum missale in cartha pergamena manu scriptum.

 

-487-

 

7 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di San Zeno di San Zeno di Minerbe:

-       liber cathecumenorum secundum curiam;

-       liber pro baptizandis pueris secundum normam ab Ecclesia Romana traditam;

-       uno liber pro cantu;

-       missalia quatuor.

Datum fuit eidem don Ioanni breve Memoriale, ut per illud edoceatur quid sibi in animarum cura conveniat.

 

-488-

 

7 ottobre 1530

chiesa plebana di San Lorenzo di Minerbe:

-       liber cathecumenorum secundum curiam;

-       missalia duo nova, formalis impressa;

-       tria missalia: duo vetera et unum in cartha pergamena;

-       unum aliud missale parvum:

-       libri duo pro cantandis antiphonis in cartha pergamena;

-       unus liber psalmorum;

-       duo libri pro cathechizandis  pueris, in cartha ut supra;

-       duo libri sermonum in cartha ut supra.

Data fuere dictis capellanis duo volumina brevia, breve Memoriale nuncupata, ut in illorum lectione versentur pro animarum salute.

A Minerbe esiste anche un hospitale la cui chiesa adiacente possiede:

-       unum missale.

 

-489-

 

8 ottobre 1530

chiesa plebana di San Giacomo di Coriano:

-       missale unum mediae vitae.

Datum fuit eidem capellano Memoriale solitum ut secundum illud in exercitio animarum se gerat ut fructum afferat.

 

-490-

 

8 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Bonavigo:

-       missalia duo: unum in membranis vetus, alterum in papiro bombicino, novum.

Dimissum fuit eidem domino Francisco capellano Memoriale breve.

 

-491-

 

8 ottobre 1530

chiese di San Giovanni e Santa Maria di Orti:

-       liber secundum Romanae curiae regulam.

Dimissus fuit liber parvulus, breve Memoriale inscriptus ut et ipse prout et alii in illo se exerceat pro animarum cura et remedio.

 

-492-

 

9 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio di Miega:

-       duo missalia.

 

-493-

 

9 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena di Caselle di Pressana:

datum fuit eidem breve Memoriale.  

 

-494-

 

9 ottobre 1530

chiesa plebana di Santa Maria di Albaredo d’Adige:

-       duo missalia: unum formalis impressum, alterum manuscriptum;

-       unus liber qui inscriptus est liber sacerdotalis.

Inoltre, la confraternita della Vergine Maria che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       duo missalia: unum novum impressum, alterum vetus et dilaniatum.

Datum fuit eidem don Antonio Memoriale ut iuxta illud se dirigat in cura animarum sibi subiectarum.

-495-

 

10 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Tarmassia:

-       liber sacri baptismatis secundum Romanae Curiae normam;

-       unum missale.

Dimissum fuit eidem capellano illud Memoriale, de quo saepissime fit mentio, ut iuxta illius tenorem populum instruat et doceat.

 

-496-

 

10 ottobre 1530

chiesa parrochiale di Santa Maria di Mazzantica:

il visitatore nota la mancanza di unum missale.

 

-497-

 

11 ottobre 1530

chiesa plebana di Santo Stefano di Isola della Scala:

-       liber cathecumenorum secundum Romanae curiae regulam;

-       unum graduale pro cantu in cartha pergamena;

-       unus liber pro intonandis antiphonis in cartha bona;

-       unus liber psalmorum in cartha simili;

-       alius liber in cartha pergamena, in quo notatum est totum officium Sancti Stephani;

-       duo missalia in cartha bona, manuscripta;

-       duo alia missalia  in cartha bombicina, formalis impressa;

-       unum missale parvum manuscriptum in cartha bona;

-       alii quamplures libri veteres, qui sunt numero 20;

-       duo libelli pro baptizandis pueris.

Dimissa fuerunt dictis fratri Valerio et domino Ioanni Antonio duo Memoralia pro eorum instructione circa regimen animarum, cum impositione ut in illis se exerceant.

 

-498-

 

12 ottobre 1530

chiesa di San Francesco della Gabia:

-       missale unum.

 

-499-

 

12 ottobre 1530

chiesa plebana di San Lorenzo di Nogarole Rocca:

-       liber cathecumenorum secundum Curiam Romanam;

-       duo missalia;

-       liber pro baptismo parvulorum.

Exibitum fuit eisdem patrono et capellano compendiolum illud breve, solitum exhiberi aliis, ut per illud adiscant quae sibi incumbunt pro animarum salute.

 

-500-

 

13 ottobre 1530

chiesa plebana di San Lorenzo di Grezzano:

-       liber pro baptismo secundum curiam;

-       unum missale satis triste.

Datum fuit eidem don Peciano Memoriale pro eruditione curatorum.

 

-501-

 

13 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di San Zeno di San Zeno in Mozzo:

il visitatore nota la mancanza di unum missale.

 

-502-

 

13 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di San Paolo di Mozzecane:

-       missale unum.

 

-503-

 

13 ottobre 1530

chiesa di Sant’Antonio di Tormine:

-       liber sacramentorum secundum Curiam Romanam.

 

-504-

 

14 ottobre 1530

chiesa plebana di San Pietro di Villafranca:

-       liber cathecumenorum secundum Romanae Curiae stilum;

-       duo libri pro cantu in cartha pergamena;

-       missale unum in membranis;

-       unum graduale;

-       liber pro antiphonis;

-       alterum missale inventum, parvum;

-       unum aliud missale impressum.

Datum fuit Memoriale breve pro cura animarum salubre eidem don Sebastiano ut iuxta illius tenotem se contineat in officio sibi iniuncto.

 

-505-

 

14 ottobre 1530

chiesa di San Matteo di Quaderni:

-       unum missale.

 

-506-

 

14 ottobre 1530

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Alpo:

-       librum pro baptismo conferendo secundum Romanae Curiae stilum:

-       missale unum vetus.

 

-507-

 

14 ottobre 1530

chiesa della Santa Croce di Buttapietra:

-       unum missale parvum.

Anno 1532

 

-508-

 

18 aprile 1532

chiesa parrocchiale di  San Giovanni Battista di San Giovanni Lupatoto:

-       Memoriale reverendissimi domini episcopi;

-       tabula sanctorum secundum cathedralem ecclesiam;

Il sacerdote dovrà fare de novo ligare librum baptismi e dovrà acquistare i signacula pro missale.

 

-509-

 

8 aprile 1532

chiesa di Santa Maria di Santa Maria di Zevio:

-       Memoriale reverendissimi domini episcopi;

-       tabula sanctorum;

-       unum missale vetus;

-       duo libri a cantu veteres, monastici.

Il sacerdote è pregato di acquistare unum missale.

 

-510-

 

8 aprile 1532

chiesa di Santa Maria della Ghiaia (Zevio):

sull’altare della chiesa mancano i messali.

 

-511-

 

8 aprile 1532

chiesa plebana di San Pietro di Zevio:

-       Memoriale;

-       calendarium Sanctorum;

Il sacerdote Baldasar de Avantiis dovrà acquistare unus liber sacerdotalis, unum missale magnum e far riparare quello vecchio.

 

-512-

 

19 aprile 1532

chiesa parrocchiale di San Zeno di Palù:

-       Memoriale reverendissimi domini episcopi;

-       unum missale vetus.

 

-513-

 

19 aprile 1532

chiesa parrocchiale di Santa Sofia di Albaro:

il visitatore chiede che vengano acquistati unus liber baptismalis e unum missale e che venga fatto rilegare il messale che già è presente.

 

-514-

 

20 aprile 1532

chiesa plebana di Santa Maria di Ronco all’Adige:

all’inventario precedente vengono aggiunti:

-       liber unus sacerdotalis;

-       tabula sanctorum;

-       Memoriale episcopi.

Il visitatore chiede che vengano acquistati unum graduale dominicale et festivum, unum antiphonarium simile, unus libellus pro baptismo, unum missale.

\

-515-

 

20 aprile 1532

chiesa plebana di San Zeno di Roverchiara:

Il vescovo chede che venga acquistato unum missale.

 

-516-

 

21 aprile 1532

chiesa plebana di San Martino di Legnago:

-       missalia quatuor, videlicet unum scriptum manu et alia tria impressa;

-       unus psalmista impressus et cohopertus corio rubeo;

-       unum antiphonarium per totum annum, manuscriptum in carta bona, ligatum cum suis angulis de banda;

-       unum graduale vetus laceratum;

-       alio duo gradualia nova cohoperta corio rubeo et impressa;

-       unus liber in carta bona pro baptizandis infantulis, vetus et laceratus.

 

-517-

 

22 aprile 1532

chiesa plebana di San Pietro di Porto di Legnago:

-       Memoriale reverendissimi domini episcopi

Il vescovo ordina l’acquisto di un libellus pro cathechizandis pueris, unum antiphonarius, unum graduale, librum pro baptismo.

 

-518-

 

22 aprile 1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena di Vangadizza:

-       libellum breve ‘a Ricordo’ nominatum.

 

-519-

 

22 aprile 1532

chiesa parrocchiale di San Pietro di San Pietro di Legnago:

all’inventario precedente vengono aggiunti:

-       - libellum breve ‘a Ricordo’ nominatum;

-       unus liber pro baptizandis pueris.

Il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-520-

 

aprile 1532

 chiesa parrocchiale di San Nicolò di Castagnaro:

 Il visitatore chiede l’acquisto di un missale.

-521-

 

aprile 1532

chiesa di San Lorenzo di Begosso:

-       unum missale vetus et laceratum.

 

-522-

 

aprile 1532

chiesa parrocchiale di San Celestino di Nichesola:

Il visitatore chiede l’acquisto di un missale.

 

-523-

 

 27 aprile 1532

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Marega:

 Il visitatore chiede che venga fatta una nuova legatura al libro dei battesimi e che si acquisti un librum sacerdotalem.

In chiesa sono presenti due messali in cui sono trascritti due lasciti testamentari[1]: gli Heredes quondam Antonacii de Marega reliquerunt pro animabus suis, in remissionem pecatorum suorum, quatuor campos terrae aratoriae iacentes in pertinentia Sancti Zenonis de Minerbio in ora Stortae cum obligatione celebrandi semel in ebdomada unam missam cum suffragiis mortuorum super eorum sepulturam cum hoc etim quod teneatur sacerdotes partecipantes de introitibus dictae congregationis celebrare unum officium cum 4 presbyteris omni anno in ecclesia Sancti Georgii de Marega ut apparet scriptum in fine missalis dictae ecclesiae in carta bona.

è segnata in ultima carta missalis in carta pecorina presente nella medesima chiesa che afferma che Iohannes de Chai reliquit dictae ecclesiae minalia 9 frumenti solvendi per Dominicum sartum de Terratio et unum par capponum cum obligatione celebrandi una missam uno die in ebdomada et facere officium super sepolturam pro anima sua et defunctorum suorum, ut constat ex testamento supradicti domini Ioannis de anno 1492, 25 ianuarii, pro quo legato obbligavit tres campos terrae in pertinentia Terratii in ora Careriae.

 

-524-

 

aprile 1532

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio Abate di Bevilacqua:

-       Memoriale;

-       tabula  sanctorum;

-       elenco dei parrocchiani.

 

-525-

 

28 aprile 1532

chiesa plebana di San Lorenzo di Minerbe:

praedicti don Petrus et don Marcus habuerunt Memoriale reverendissimi domini episcopi.

 

-526-

 

28 aprile 1532

chiesa oratorio di Santo Stefano di Minerbe:

-       unum missale.

Il visitatore ordina che il sacerdote, dominus Philippus, acquisti una tabulam sanctorum cathedralis ecclesiae Veronensis et secundum ipsum celebret officium.

 

-527-

 

29 aprile 1532

chiesa di San Tommaso di Orti:

-       unum missale.

Il visitatore chiede l’acquisto di un missale.

Il cappellano non habet casus reservatos nec Memoriale, quod sibi ablatum fuit.

 

-528-

 

29 aprile 1532

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Bonavigo:

ai beni mobili della confraternita del Santo Rosario viene aggiunto unum missale.

Il visitatore chiede che il  sacerdote, don Franciscus de Castro Bononiensi, acquisti una tabulam sive calendarium sanctorum secundum morem et consuetudinem cathedralis ecclesiae Veronensis da utilizzare nelle celebrazioni.

 

-529-

 

29 aprile 1532

chiesa plebana di San Giacomo di Coriano:

all’inventario precedente viene aggiunto:

-       unum missale novum.

 

-530-

 

29 aprile 1532

chiesa di San Tommaso di Coriano:

-       duo missalia.

 

-531-

 

29 aprile 1532

chiesa di Santa Maria di Michellorie:

-       unum missale.

 

-532-

 

29 aprile 1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena di Caselle di Pressana:

-       kalendarium secundum cathedralem ecclesiam Veronensem;

-       unum missale.

Il cappellano habet casus episcopales, tabulam sanctorum et breve Memoriale.

 

-533-

 

30 aprile 1532

chiesa plebana di San Giovanni Battista di Oppeano:

-       Memoriale;

-       Tabula sanctorum.

Il visitatore richiede l’acquisto di unum missale.

 

-534-

 

30 aprile1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Mazzantica:

il visitatore afferma che in chiesa non c’è il Memoriale breve e neanche la tabula sanctorum e chiede l’acquisto di unus liber pro baptizandis pueris.

 

-535-

 

2 maggio 1532

chiesa plebana di San Martino di Salizzole:

-       Memoriale reverendissimi domini episcopi;

-       unum missale.

In chiesa non c’è il kalendarium secundum cathedralem ecclesiam.

 

-536-

 

maggio 1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Aselogna:

-       breve Memoriale;

-       tabula sanctorum;

-       missalia tria.

 

-537-

 

maggio 1532

 chiesa plebana antica di San Zeno di Cerea:

-       tria missalia, quorum unum est bonum et duo vetera;

-       unum antiphonarium in carta comuni;

-       duo libri pro baptizando in carta pecorina, veteres.

Il visitatore chiede che venga acquistato unum missale magnum.

 

-538-

 

maggio 1532

chiesa plebana di San Biagio di Casaleone:

il vescovo richiede l’acquisto di un missale.

 

-539-

 

10 maggio 1532

chiesa della Santa Croce di Buttapietra:

-       unum missale magnum, vetus et laceratum.

Relictum sibi fuit breve Memoriale reverendissimi domini episcopi cum exortatione quod illud sepe et sepius prae manibus habeat, legat, memoriae tradat et executioni debitae mandet, quia alias parum aptus et insufficiens ad curam.

 

-540-

 

10 maggio 1532

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Tarmassia :

il verbale ricorda che: il cappellano don Iacobus non habet casus reservatos nec breve Memoriale et ideo condemnavit ipsum in uno ducato, quia non habebat casus reservatos et est ignorans, licet sit senex       

 

-541-

 

10 maggio 1532

chiesa plebana di Santo Stefano di Isola della Scala:

-       breve Memoriale;

-       tabula sanctorum;

-       librum cathecumenorum secundum Romanam Curiam.

Il visitatore richiede l’acquisto di duo missalia.

 

-542-

maggio 1532

chiesa parrocchiale di San Pellegrino della Pellegrina:

-       tabula sanctorum;

-       breve Memoriale.

 

-543-

 

maggio 1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Engazzà:

-       tabula sanctorum;

-       breve Memoriale.

 

-544-

 

maggio 1532

chiesa parrocchiale di Santa Caterina di Bionde di Visegna:

il vescovo richiede l’acquisto di unum missale.

 

-545-

 

maggio 1532

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Sanguinetto:

-       breve Memoriale;

-       tabula sanctorum.

 

-546-

 

13 maggio 1532

chiesa parrocchiale dei Santi Fabiano e Sebastiano di Macaccari:

all’inventario precedente vengono aggiunti:

-       unum missale.

-       tabula sanctorum;

-       breve Memoriale.

 

-547-

 

14 maggio 1532

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Correzzo:

-       tabula sanctorum;

-       breve Memoriale.

 

-548-

 

14 maggio 1532

chiesa parrocchiale di San Gregorio di Campalano:

-       tabula sanctorum;

-       breve Memoriale.

 

-549-

 

maggio 1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Gazzo Veronese:

-       tabula sanctorum;

-       breve Memoriale.

Inoltre, la confraternita della Beata Maria Vergine che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale manuscriptum.

 

-550-

 

maggio 1532

chiesa di San Prosdocimo di Pradelle di Gazzo Veronese:

-       tabula sanctorum.

 

-551-

 

15 maggio 1532

chiesa priorato di San Silvestro di Nogara:

-       unum missale.

 

-552-

 

15 maggio 1532

chiesa parrocchiale di San Pietro di San Pietro in Valle:

-       unum missale novum. 

 

-553-

 

maggio 1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Bonferraro:

-       breve Memoriale;

-       unum missale.

 

-554-

 

maggio 1532

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Erbè:

all’inventario precedente viene aggiunto:

-       unum missale.

 

-555-

 

maggio 1532

chiesa di Santa Caterina di Fagnano:

-       breve Memoriale;

-       tabula sanctorum.

Il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

 

-556-

 

17 maggio 1532

chiesa plebana di Santa Maria Maddalena di Trevenzuolo:

-       tabula sanctorum;

-       breve Memoriale.

 

-557-

 

maggio 1532

chiesa plebana di San Zeno di Vigasio:

-       tabula sanctorum.

Il cappellano non habet breve Memoriale.

 

-558-

 

maggio 1532

chiesa di San Pietro di Isolalta:

-       unum missale parvum et vetus.

 

-559-

 

5 giugno 1532

chiesa parrocchiale di San Martino di San Martino Buon Albergo:

-       breve Memoriale;

Il visitatore richiede l’acquisto di unum missale.

 

-560-

 

5 giugno 1532

chiesa di San Giuliano di Lepia (San Martino Buon Albergo):

-       duo missalia, unum scilicet vetus et aliud novum.

 

-561-

 

5 giugno 1532

chiesa di San Marco del Gombion (San Martino Buon Albergo):

-       unum missale.

 

-562-

 

giugno 1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Monteforte:

-       unum missale cartae pergamenae manuscriptum magnum;

-       aliud missale parvum impressum cum angulis ottoni;

-       unus liber pro baptizandis pueris.

Il visitatore richiede l’acquisto di unum missale.

 

-563-

 

giugno 1532

chiesa di Santa Maria di Fossa Dragono (Monteforte):

-       unum missale parvum vetus.

 

-564-

 

7 giugno 1532

chiesa di San Giorgio di Soave:

-       unum missale.

 

-565-

 

7 giugno 1532

chiesa plebana di San Lorenzo di Soave:

all’inventario precedente vengono aggiunti:

-       duo  missalia, unum impressum, alterum vero manuscriptum.

 

-566-

 

7 giugno 1532

chiesa parrocchiale di Sant’Alberto di Castelcerino:

Il visitatore richiede l’acquisto di unum missale.

 

-567-

 

8 giugno 1532

chiesa di San Giorgio di Cazzano di Tramigna:

il visitatore chiede che de novo legantur duo missalia in carta pergamena ed esorta l’acquisto di un messale magnum impressum e ricorda che gli eredi di Iacobus de la familia Turcorum avrebbero dovuto acquistare, tra l’altro, un messale per la chiesa di San Felice di Cellore per volere del loro defunto padre. infatti egli desiderava che manutenenda lampada accensa quotiensqmque celebratur in dicto loco et de emendo unum missale.

 

-568-

 

10 giugno 1532

chiesa di San Dionigi di Marcemigo (Tregnago):

-       unum missale impressum;

-       alterum manuscriptum.

 

-569-

 

10 giugno 1532

chiesa dei Santi Brigida e Severo di Scorgnano:

-       unum missale parvum.

 

-570-

 

giugno 1532

chiesa dei Santi Zeno e Urbano di Vestenavecchia:

-       duo missalia, quorum alterum est de carta pergamena et alterum in carta comuni laceratum;

-       liber pro baptizandis pueris.

Il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-571-

 

giugno 1532

chiesa di Sant’Antonio Abate di Mezzane di Sotto:

-       unum missale vetus manuscriptum.

 

-572-

giugno 1532

chiesa di San Pietro di San Pietro di Lavagno:

-       unum missale.

 

-573-

 

giugno 1532

chiesa parrocchiale di San Pietro di Marcellise:

la confraternita della Vergine Maria possiede:

-       unum missale.

 

-574-

 

giugno 1532

chiesa di Santa Maria di Belvedere (Marcellise):

-       unum missale emptum ex elemosinis.

 

-575-

 

giugno 1532

chiesa di Sant’Andrea di Trezzolano:

-       Memoriale;

-       unum missale;

-       liber baptismi.

 

-576-

 

16 giugno 1532

chiesa plebana di Santa Maria di Montorio:

-       unum missale.

 

-577-

 

16 giugno 1532

chiesa di Sant’Anna di Montorio:

-       unum missale.

 

-578-

 

giugno 1532

chiesa di Sant’Antonio di Marzana:

-       unum missale.

 

-579-

 

giugno 1532

chiesa dei Santi Nazaro e Celso di Pigozzo (Mizzole):

all’inventario precedente viene aggiunto:

-       unum missale.

 

-580-

 

giugno 1532

chiesa del monastero benedettino femminile di San Fidenzio:

-       unum missale manuscriptum;

-       unum psalterium.

 

-581-

 

19 giugno 1532

chiesa di San Pietro di Azzago (Romagnano):

il visitatore chiede il restauro di un missale.

 

-582-

 

20 giugno 1532

chiesa parrocchiale di Snt’Apollinare di Lugo di Valpantena:

-       duo missalia, unum scilicet impressum et alterum manuscriptum;

-       aliud missale antiquum;

-       octo libri de cantu in carta bona.

 

-583-

 

22 giugno 1532

chiesa parrocchiale di San Zeno di Cavalo:

il visitatore chiede di far rilegare di nuovo il liber baptismi.

La confraternita di Santa Maria della Misericordia che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale.

 

-584-

 

23 giugno 1532

chiesa di San Martino di Bure:

frater Andreas viene segnalato come interessato a possedere alcuni libros vulgares anche se è ignorante e tale possesso gli è stato proibito.

 

-585-

 

24 giugno 1532

chiesa di Santo Stefano di Valgatara:

-       unum missale vetus et parvum et pro parte laceratum.

 

-586-

 

25 giugno 1532

chiesa parrocchiale di San Paolo di Prun:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-587-

 

25 giugno 1532

chiesa di Sant’Antonino di Fane (Prun):

-       unum missale.

 

-588-

 

25 giugno 1532

chiesa dei Santi Fermo e Rustico de Mazano (Prun):

-       unum missale fractum.

 

-589-

 

26 giugno 1532

chiesa plebana di San Pietro di Arbizzano:

il visitatore chiede l’acquisto, tra l’altro, di unum missale.

 

-590-

 

27 giugno 1532

chiesa di Santa Lucia di Pol (Pescantina):

-       unum missale vetus;

-       unus liber manuscriptus.

Il visitatore chiede che provideatur de capellano et renoventur locationes affictualium dictae ecclesiae, quorum nomina descripta sunt in missali.

 

-591-

 

27 giugno 1532

chiesa parrocchiale di San Pietro di Ponton:

il visitatore chiede l’acquisto di unus liber pro baptizando.

 

-592-

 

28 giugno 1532

chiesa parrocchiale di Sant’Odorico di Castelrotto:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-593-

 

28 giugno 1532

chiesa di Santa Maria Nuova di Castelrotto:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-594-

 

11 luglio 1532

chiesa di San Giovanni Battista di Caldiero:

-       unum missale impressum mediae vitae.

 

-595-

 

24 settembre 1532

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio di Chievo:

-       duo missalia;

-       breve Memoriale;

-       tabula sanctorum.

 

-596-

 

settembre 1532

chiesa parrocchiale di San Zeno di Piovezzano:

-       unum missale.

 

-597-

 

27 settembre 1532

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Rivoli Veronese:

-       duo missalia manuscripta;

-       unus liber baptismi.

Il visitatore chiede l’acquisto di un missale come chiedeva il defunto Iacobus Morelli di Rivoli nel suo testamento. Egli infatti desiderava che fossero acquistati per la chiesa unam anchonam et tobaleam et missale et pallium ad altare Sancti Nicolai.

 

-598-

 

28 settembre 1532

chiesa plebana di Santa Maria di Avio:

-       breve Memoriale.

 

-599-

 

29 settembre 1532

chiesa plebana dei Santi Pietro e Paolo di Brentonico:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale, unum antiphonarium e unum graduale.

 

-600-

 

settembre 1532

Chiesa di Santa Caterina di Brentonico:

-       unum missale riposto con altri oggetti in un armadio all’interno del castello.

 

-601-

 

3 ottobre 1532

chiesa dei Santi Giacomo e Filippo di Peri:

-       breve Memoriale.

 

-602-

 

3 ottobre 1532

chiesa di Sant’Andrea di Brentino:

la confraternita di San Rocco possiede:

-       unum missale.

 

-603-

 

4 ottobre 1532

chiesa parrocchiale di Santa Caterina di Ferrara del Monte Baldo:

-       duo missalia;

-       liber cathecumenorum.

 

-604-

 

5 ottobre 1532

chiesa di San Martino di Caprino:

nella cappella dei Santi Francesco e Antonio:

-       unum missale.

 

-605-

 

6 ottobre 1532

chiesa plebana di Santa Maria di Caprino:

-       tria missalia, unum vetus in carta bona manuscriptum, alio duo impressa, quorum alterum est vetus;

-       unus liber notatus missa et officio mortuorum.

Il visitatore chiede l’acquisto di unum missale, un liber baptismi secundum cathedralem ecclesiam e unus liber sacerdotalis.

 

-606-

 

6 ottobre 1532

chiesa di San Zeno di Boi (Caprino):

-       unum missale.

 

-607-

 

6 ottobre 1532

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio di Costermano:

-       breve Memoriale.

 

-608-

 

7 ottobre 1532

chiesa dei Santi Giacomo e Filippo di Marciaga:

-       unum missale vetus.

 

-609-

 

7 ottobre 1532

chiesa di San Martino di Albisano:

-       duo missalia;

-       unum psalterium vetus manu scriptum.

 

-610-

 

8 ottobre 1532

chiesa parrocchiale di San Pietro di Torri del Benaco:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale, unum librum cathecumenorum .

 

-611-

 

8 ottobre 1532

chiesa di San Giovanni Battista di Torri del Benaco:

-       duo missalia.

 

-612-

 

9 ottobre 1532

chiesa di San Pietro di Campo di Brenzone:

-       unum missale.

-613-

 

9 ottobre 1532

chiesa di Sant’Antonio di Biazza:

-       unum missale.

-        

-614-

 

9 ottobre 1532

chiesa di Santa Maria di Castello di Brenzone:

-       unum missale.

 

-615-

 

9 ottobre 1532

chiesa dei Santi Vito e Modesto di Brenzone:

-       missali.

 

-616-

 

9 ottobre 1532

chiesa dei Santi Caro e Benigno di Cassone:

-       duo missalia.

 

-617-

 

10 ottobre 1532

chiesa dei Santi Caro e Benigno di Malcesine:

il visitatore chiede l’acquisto di unum librum exorcismorum, unum antiphonarium, duos libros psalmorum. Chiede inoltre di far rilegare nuovamente un vecchio missale.

 

-618-

 

11 ottobre 1532

chiesa di San Pietro di Garda:

-       unum missale.

 

-619-

 

11 ottobre 1532

chiesa dei Santi Severo e Nicola di Bardolino:

-       unum missale.

 

-620-

 

11 ottobre 1532

chiesa di Santa Cristina di Bardolino:

-       unum missale.

 

-621-

 

12 ottobre 1532

chiesa di Santa Uliana di Cisano:

-       unum missale.

Il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-622-

13 ottobre 1532

chiesa di San Zeno di Lazise:

-       kalendarium sanctorum secundum cathedralis ecclesiae;

-       breve Memoriale.

 

-623-

 

14 ottobre 1532

chiesa di San Lorenzo di Cavalcaselle:

-       duo missalia.

 

-624-

 

14 ottobre 1532

chiesa parrocchiale dei Santi Filippo e Giacomo di Cavalcaselle:

-       breve Memoriale;

la chiesa possiede alcuni libri lasciati dal defunto don Paulus, già rettore della stessa e viene riportato il seguente inventario:

-       Egidius Romanus: Super primo Sententiarium;

-       Ioannes Faber: Contra Martinum Lutherium;

-       Frater Ambrosius Catharinus: Contra eundem Lutherium;

-       cathalogus Sanctorum;

-       commentaria Cesaris, una cum Iustino et Salustio historicis;

-       supplementum Chronicarum;

-       Opus aureum in forma magna;

-       quaedam opuscula fratris Hieronymi Savonarolae: Triumphus sanctae crucis et super quosdam psalmos;

-       opera Petrarcae;

-       Oratius;

-       vitae Patrum;

-       quedam opera divi Augustini: Meditationes, Soliloquia et Liber confessionum insimul impressi;

-       opus fratris Silvestris Mazolini contra eundem Lutherium;

-       Mariale;

-       Domitii comentaria super epistolis Ovidii;

-       unum Breviarium magnum vetus et unum parvum;

-       Epistolae Tullii;

-       Speculum vitae humanae;

-       Logica Pauli Veneti;

-       unum Doctrinale;

-       unus liber de cantu figurato, et quaedam alia opuscula vulgaria.   

 

-625-

 

15 ottobre 1532

chiesa plebana di San Martino di Peschiera:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-626-

 

15 ottobre 1532

chiesa di Santa Maria della Misericordia di Peschiera:

-       unum missale.

 

-627-

 

15 ottobre 1532

chiesa plebana di Santa Maria di Sirmione:

nella cappella della Madonna del Ponte ha sede la confraternita della Beata Vergine che possiede:

-       unum missale parvum.

 

-628-

 

18 ottobre 1532

chiesa di San Giovanni di Manerba:

-       unum missale.

 

-629-

 

22 ottobre 1532

chiesa parrocchiale di San Michele di Puegnago:

-       breve Memoriale;

-       kalendarium cathedralis ecclesiae secundum.

 

-630-

 

23 ottobre 1532

chiesa parrocchiale di San Michele di Soiano:

il visitatore chiede l’acquisto di unum librum pro baptizandis pueris.

 

-631-

 

23 ottobre 1532

chiesa di San Rocco di Soiano:

-       unum missale vetus;

-       unum librum a cantu in carta pergamena.

 

-632-

 

25 ottobre 1532

chiesa di San Girolamo (Rivoltella):

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-633-

 

25 ottobre 1532

chiesa di San Vigilio (Pozzolengo):

il visitatore chiede l’acquisto di missali.

 

-634-

 

27 ottobre 1532

chiesa plebana di San Nicolò di Castellaro Lagusello:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-635-

 

27 ottobre 1532

chiesa plebana di San Michele di Monzambano:

-       unum missale.

Gli eredi di Bonincontrus de Getolis hanno acquistato unum missale per la chiesa.

 

-636-

 

27 ottobre 1532

chiesa plebana di Sant’Andrea di Sandrà:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

Anno 1532

 

-508-

 

18 aprile 1532

chiesa parrocchiale di  San Giovanni Battista di San Giovanni Lupatoto:

-       Memoriale reverendissimi domini episcopi;

-       tabula sanctorum secundum cathedralem ecclesiam;

Il sacerdote dovrà fare de novo ligare librum baptismi e dovrà acquistare i signacula pro missale.

 

-509-

 

8 aprile 1532

chiesa di Santa Maria di Santa Maria di Zevio:

-       Memoriale reverendissimi domini episcopi;

-       tabula sanctorum;

-       unum missale vetus;

-       duo libri a cantu veteres, monastici.

Il sacerdote è pregato di acquistare unum missale.

 

-510-

 

8 aprile 1532

chiesa di Santa Maria della Ghiaia (Zevio):

sull’altare della chiesa mancano i messali.

 

-511-

 

8 aprile 1532

chiesa plebana di San Pietro di Zevio:

-       Memoriale;

-       calendarium Sanctorum;

Il sacerdote Baldasar de Avantiis dovrà acquistare unus liber sacerdotalis, unum missale magnum e far riparare quello vecchio.

 

-512-

 

19 aprile 1532

chiesa parrocchiale di San Zeno di Palù:

-       Memoriale reverendissimi domini episcopi;

-       unum missale vetus.

 

-513-

 

19 aprile 1532

chiesa parrocchiale di Santa Sofia di Albaro:

il visitatore chiede che vengano acquistati unus liber baptismalis e unum missale e che venga fatto rilegare il messale che già è presente.

 

-514-

 

20 aprile 1532

chiesa plebana di Santa Maria di Ronco all’Adige:

all’inventario precedente vengono aggiunti:

-       liber unus sacerdotalis;

-       tabula sanctorum;

-       Memoriale episcopi.

Il visitatore chiede che vengano acquistati unum graduale dominicale et festivum, unum antiphonarium simile, unus libellus pro baptismo, unum missale.

\

-515-

 

20 aprile 1532

chiesa plebana di San Zeno di Roverchiara:

Il vescovo chede che venga acquistato unum missale.

 

-516-

 

21 aprile 1532

chiesa plebana di San Martino di Legnago:

-       missalia quatuor, videlicet unum scriptum manu et alia tria impressa;

-       unus psalmista impressus et cohopertus corio rubeo;

-       unum antiphonarium per totum annum, manuscriptum in carta bona, ligatum cum suis angulis de banda;

-       unum graduale vetus laceratum;

-       alio duo gradualia nova cohoperta corio rubeo et impressa;

-       unus liber in carta bona pro baptizandis infantulis, vetus et laceratus.

 

-517-

 

22 aprile 1532

chiesa plebana di San Pietro di Porto di Legnago:

-       Memoriale reverendissimi domini episcopi

Il vescovo ordina l’acquisto di un libellus pro cathechizandis pueris, unum antiphonarius, unum graduale, librum pro baptismo.

 

-518-

 

22 aprile 1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena di Vangadizza:

-       libellum breve ‘a Ricordo’ nominatum.

 

-519-

 

22 aprile 1532

chiesa parrocchiale di San Pietro di San Pietro di Legnago:

all’inventario precedente vengono aggiunti:

-       - libellum breve ‘a Ricordo’ nominatum;

-       unus liber pro baptizandis pueris.

Il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-520-

 

aprile 1532

 chiesa parrocchiale di San Nicolò di Castagnaro:

 Il visitatore chiede l’acquisto di un missale.

-521-

 

aprile 1532

chiesa di San Lorenzo di Begosso:

-       unum missale vetus et laceratum.

 

-522-

 

aprile 1532

chiesa parrocchiale di San Celestino di Nichesola:

Il visitatore chiede l’acquisto di un missale.

 

-523-

 

 27 aprile 1532

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Marega:

 Il visitatore chiede che venga fatta una nuova legatura al libro dei battesimi e che si acquisti un librum sacerdotalem.

In chiesa sono presenti due messali in cui sono trascritti due lasciti testamentari[1]: gli Heredes quondam Antonacii de Marega reliquerunt pro animabus suis, in remissionem pecatorum suorum, quatuor campos terrae aratoriae iacentes in pertinentia Sancti Zenonis de Minerbio in ora Stortae cum obligatione celebrandi semel in ebdomada unam missam cum suffragiis mortuorum super eorum sepulturam cum hoc etim quod teneatur sacerdotes partecipantes de introitibus dictae congregationis celebrare unum officium cum 4 presbyteris omni anno in ecclesia Sancti Georgii de Marega ut apparet scriptum in fine missalis dictae ecclesiae in carta bona.

è segnata in ultima carta missalis in carta pecorina presente nella medesima chiesa che afferma che Iohannes de Chai reliquit dictae ecclesiae minalia 9 frumenti solvendi per Dominicum sartum de Terratio et unum par capponum cum obligatione celebrandi una missam uno die in ebdomada et facere officium super sepolturam pro anima sua et defunctorum suorum, ut constat ex testamento supradicti domini Ioannis de anno 1492, 25 ianuarii, pro quo legato obbligavit tres campos terrae in pertinentia Terratii in ora Careriae.

 

-524-

 

aprile 1532

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio Abate di Bevilacqua:

-       Memoriale;

-       tabula  sanctorum;

-       elenco dei parrocchiani.

 

-525-

 

28 aprile 1532

chiesa plebana di San Lorenzo di Minerbe:

praedicti don Petrus et don Marcus habuerunt Memoriale reverendissimi domini episcopi.

 

-526-

 

28 aprile 1532

chiesa oratorio di Santo Stefano di Minerbe:

-       unum missale.

Il visitatore ordina che il sacerdote, dominus Philippus, acquisti una tabulam sanctorum cathedralis ecclesiae Veronensis et secundum ipsum celebret officium.

 

-527-

 

29 aprile 1532

chiesa di San Tommaso di Orti:

-       unum missale.

Il visitatore chiede l’acquisto di un missale.

Il cappellano non habet casus reservatos nec Memoriale, quod sibi ablatum fuit.

 

-528-

 

29 aprile 1532

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Bonavigo:

ai beni mobili della confraternita del Santo Rosario viene aggiunto unum missale.

Il visitatore chiede che il  sacerdote, don Franciscus de Castro Bononiensi, acquisti una tabulam sive calendarium sanctorum secundum morem et consuetudinem cathedralis ecclesiae Veronensis da utilizzare nelle celebrazioni.

 

-529-

 

29 aprile 1532

chiesa plebana di San Giacomo di Coriano:

all’inventario precedente viene aggiunto:

-       unum missale novum.

 

-530-

 

29 aprile 1532

chiesa di San Tommaso di Coriano:

-       duo missalia.

 

-531-

 

29 aprile 1532

chiesa di Santa Maria di Michellorie:

-       unum missale.

 

-532-

 

29 aprile 1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena di Caselle di Pressana:

-       kalendarium secundum cathedralem ecclesiam Veronensem;

-       unum missale.

Il cappellano habet casus episcopales, tabulam sanctorum et breve Memoriale.

 

-533-

 

30 aprile 1532

chiesa plebana di San Giovanni Battista di Oppeano:

-       Memoriale;

-       Tabula sanctorum.

Il visitatore richiede l’acquisto di unum missale.

 

-534-

 

30 aprile1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Mazzantica:

il visitatore afferma che in chiesa non c’è il Memoriale breve e neanche la tabula sanctorum e chiede l’acquisto di unus liber pro baptizandis pueris.

 

-535-

 

2 maggio 1532

chiesa plebana di San Martino di Salizzole:

-       Memoriale reverendissimi domini episcopi;

-       unum missale.

In chiesa non c’è il kalendarium secundum cathedralem ecclesiam.

 

-536-

 

maggio 1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Aselogna:

-       breve Memoriale;

-       tabula sanctorum;

-       missalia tria.

 

-537-

 

maggio 1532

 chiesa plebana antica di San Zeno di Cerea:

-       tria missalia, quorum unum est bonum et duo vetera;

-       unum antiphonarium in carta comuni;

-       duo libri pro baptizando in carta pecorina, veteres.

Il visitatore chiede che venga acquistato unum missale magnum.

 

-538-

 

maggio 1532

chiesa plebana di San Biagio di Casaleone:

il vescovo richiede l’acquisto di un missale.

 

-539-

 

10 maggio 1532

chiesa della Santa Croce di Buttapietra:

-       unum missale magnum, vetus et laceratum.

Relictum sibi fuit breve Memoriale reverendissimi domini episcopi cum exortatione quod illud sepe et sepius prae manibus habeat, legat, memoriae tradat et executioni debitae mandet, quia alias parum aptus et insufficiens ad curam.

 

-540-

 

10 maggio 1532

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Tarmassia :

il verbale ricorda che: il cappellano don Iacobus non habet casus reservatos nec breve Memoriale et ideo condemnavit ipsum in uno ducato, quia non habebat casus reservatos et est ignorans, licet sit senex       

 

-541-

 

10 maggio 1532

chiesa plebana di Santo Stefano di Isola della Scala:

-       breve Memoriale;

-       tabula sanctorum;

-       librum cathecumenorum secundum Romanam Curiam.

Il visitatore richiede l’acquisto di duo missalia.

 

-542-

maggio 1532

chiesa parrocchiale di San Pellegrino della Pellegrina:

-       tabula sanctorum;

-       breve Memoriale.

 

-543-

 

maggio 1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Engazzà:

-       tabula sanctorum;

-       breve Memoriale.

 

-544-

 

maggio 1532

chiesa parrocchiale di Santa Caterina di Bionde di Visegna:

il vescovo richiede l’acquisto di unum missale.

 

-545-

 

maggio 1532

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Sanguinetto:

-       breve Memoriale;

-       tabula sanctorum.

 

-546-

 

13 maggio 1532

chiesa parrocchiale dei Santi Fabiano e Sebastiano di Macaccari:

all’inventario precedente vengono aggiunti:

-       unum missale.

-       tabula sanctorum;

-       breve Memoriale.

 

-547-

 

14 maggio 1532

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Correzzo:

-       tabula sanctorum;

-       breve Memoriale.

 

-548-

 

14 maggio 1532

chiesa parrocchiale di San Gregorio di Campalano:

-       tabula sanctorum;

-       breve Memoriale.

 

-549-

 

maggio 1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Gazzo Veronese:

-       tabula sanctorum;

-       breve Memoriale.

Inoltre, la confraternita della Beata Maria Vergine che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale manuscriptum.

 

-550-

 

maggio 1532

chiesa di San Prosdocimo di Pradelle di Gazzo Veronese:

-       tabula sanctorum.

 

-551-

 

15 maggio 1532

chiesa priorato di San Silvestro di Nogara:

-       unum missale.

 

-552-

 

15 maggio 1532

chiesa parrocchiale di San Pietro di San Pietro in Valle:

-       unum missale novum

 

-553-

 

maggio 1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Bonferraro:

-       breve Memoriale;

-       unum missale.

 

-554-

 

maggio 1532

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Erbè:

all’inventario precedente viene aggiunto:

-       unum missale.

 

-555-

 

maggio 1532

chiesa di Santa Caterina di Fagnano:

-       breve Memoriale;

-       tabula sanctorum.

Il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

 

-556-

 

17 maggio 1532

chiesa plebana di Santa Maria Maddalena di Trevenzuolo:

-       tabula sanctorum;

-       breve Memoriale.

 

-557-

 

maggio 1532

chiesa plebana di San Zeno di Vigasio:

-       tabula sanctorum.

Il cappellano non habet breve Memoriale.

 

-558-

 

maggio 1532

chiesa di San Pietro di Isolalta:

-       unum missale parvum et vetus.

 

-559-

 

5 giugno 1532

chiesa parrocchiale di San Martino di San Martino Buon Albergo:

-       breve Memoriale;

Il visitatore richiede l’acquisto di unum missale.

 

-560-

 

5 giugno 1532

chiesa di San Giuliano di Lepia (San Martino Buon Albergo):

-       duo missalia, unum scilicet vetus et aliud novum.

 

-561-

 

5 giugno 1532

chiesa di San Marco del Gombion (San Martino Buon Albergo):

-       unum missale.

 

-562-

 

giugno 1532

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Monteforte:

-       unum missale cartae pergamenae manuscriptum magnum;

-       aliud missale parvum impressum cum angulis ottoni;

-       unus liber pro baptizandis pueris.

Il visitatore richiede l’acquisto di unum missale.

 

-563-

 

giugno 1532

chiesa di Santa Maria di Fossa Dragono (Monteforte):

-       unum missale parvum vetus.

 

-564-

 

7 giugno 1532

chiesa di San Giorgio di Soave:

-       unum missale.

 

-565-

 

7 giugno 1532

chiesa plebana di San Lorenzo di Soave:

all’inventario precedente vengono aggiunti:

-       duo  missalia, unum impressum, alterum vero manuscriptum.

 

-566-

 

7 giugno 1532

chiesa parrocchiale di Sant’Alberto di Castelcerino:

Il visitatore richiede l’acquisto di unum missale.

 

-567-

 

8 giugno 1532

chiesa di San Giorgio di Cazzano di Tramigna:

il visitatore chiede che de novo legantur duo missalia in carta pergamena ed esorta l’acquisto di un messale magnum impressum e ricorda che gli eredi di Iacobus de la familia Turcorum avrebbero dovuto acquistare, tra l’altro, un messale per la chiesa di San Felice di Cellore per volere del loro defunto padre. infatti egli desiderava che manutenenda lampada accensa quotiensqmque celebratur in dicto loco et de emendo unum missale.

 

-568-

 

10 giugno 1532

chiesa di San Dionigi di Marcemigo (Tregnago):

-       unum missale impressum;

-       alterum manuscriptum.

 

-569-

 

10 giugno 1532

chiesa dei Santi Brigida e Severo di Scorgnano:

-       unum missale parvum.

 

-570-

 

giugno 1532

chiesa dei Santi Zeno e Urbano di Vestenavecchia:

-       duo missalia, quorum alterum est de carta pergamena et alterum in carta comuni laceratum;

-       liber pro baptizandis pueris.

Il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-571-

 

giugno 1532

chiesa di Sant’Antonio Abate di Mezzane di Sotto:

-       unum missale vetus manuscriptum.

 

-572-

giugno 1532

chiesa di San Pietro di San Pietro di Lavagno:

-       unum missale.

 

-573-

 

giugno 1532

chiesa parrocchiale di San Pietro di Marcellise:

la confraternita della Vergine Maria possiede:

-       unum missale.

 

-574-

 

giugno 1532

chiesa di Santa Maria di Belvedere (Marcellise):

-       unum missale emptum ex elemosinis.

 

-575-

 

giugno 1532

chiesa di Sant’Andrea di Trezzolano:

-       Memoriale;

-       unum missale;

-       liber baptismi.

 

-576-

 

16 giugno 1532

chiesa plebana di Santa Maria di Montorio:

-       unum missale.

 

-577-

 

16 giugno 1532

chiesa di Sant’Anna di Montorio:

-       unum missale.

 

-578-

 

giugno 1532

chiesa di Sant’Antonio di Marzana:

-       unum missale.

 

-579-

 

giugno 1532

chiesa dei Santi Nazaro e Celso di Pigozzo (Mizzole):

all’inventario precedente viene aggiunto:

-       unum missale.

 

-580-

 

giugno 1532

chiesa del monastero benedettino femminile di San Fidenzio:

-       unum missale manuscriptum;

-       unum psalterium.

 

-581-

 

19 giugno 1532

chiesa di San Pietro di Azzago (Romagnano):

il visitatore chiede il restauro di un missale.

 

-582-

 

20 giugno 1532

chiesa parrocchiale di Snt’Apollinare di Lugo di Valpantena:

-       duo missalia, unum scilicet impressum et alterum manuscriptum;

-       aliud missale antiquum;

-       octo libri de cantu in carta bona.

 

-583-

 

22 giugno 1532

chiesa parrocchiale di San Zeno di Cavalo:

il visitatore chiede di far rilegare di nuovo il liber baptismi.

La confraternita di Santa Maria della Misericordia che ha sede nella medesima chiesa possiede:

-       unum missale.

 

-584-

 

23 giugno 1532

chiesa di San Martino di Bure:

frater Andreas viene segnalato come interessato a possedere alcuni libros vulgares anche se è ignorante e tale possesso gli è stato proibito.

 

-585-

 

24 giugno 1532

chiesa di Santo Stefano di Valgatara:

-       unum missale vetus et parvum et pro parte laceratum.

 

-586-

 

25 giugno 1532

chiesa parrocchiale di San Paolo di Prun:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-587-

 

25 giugno 1532

chiesa di Sant’Antonino di Fane (Prun):

-       unum missale.

 

-588-

 

25 giugno 1532

chiesa dei Santi Fermo e Rustico de Mazano (Prun):

-       unum missale fractum.

 

-589-

 

26 giugno 1532

chiesa plebana di San Pietro di Arbizzano:

il visitatore chiede l’acquisto, tra l’altro, di unum missale.

 

-590-

 

27 giugno 1532

chiesa di Santa Lucia di Pol (Pescantina):

-       unum missale vetus;

-       unus liber manuscriptus.

Il visitatore chiede che provideatur de capellano et renoventur locationes affictualium dictae ecclesiae, quorum nomina descripta sunt in missali.

 

-591-

 

27 giugno 1532

chiesa parrocchiale di San Pietro di Ponton:

il visitatore chiede l’acquisto di unus liber pro baptizando.

 

-592-

 

28 giugno 1532

chiesa parrocchiale di Sant’Odorico di Castelrotto:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-593-

 

28 giugno 1532

chiesa di Santa Maria Nuova di Castelrotto:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-594-

 

11 luglio 1532

chiesa di San Giovanni Battista di Caldiero:

-       unum missale impressum mediae vitae.

 

-595-

 

24 settembre 1532

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio di Chievo:

-       duo missalia;

-       breve Memoriale;

-       tabula sanctorum.

 

-596-

 

settembre 1532

chiesa parrocchiale di San Zeno di Piovezzano:

-       unum missale.

 

-597-

 

27 settembre 1532

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Rivoli Veronese:

-       duo missalia manuscripta;

-       unus liber baptismi.

Il visitatore chiede l’acquisto di un missale come chiedeva il defunto Iacobus Morelli di Rivoli nel suo testamento. Egli infatti desiderava che fossero acquistati per la chiesa unam anchonam et tobaleam et missale et pallium ad altare Sancti Nicolai.

 

-598-

 

28 settembre 1532

chiesa plebana di Santa Maria di Avio:

-       breve Memoriale.

 

-599-

 

29 settembre 1532

chiesa plebana dei Santi Pietro e Paolo di Brentonico:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale, unum antiphonarium e unum graduale.

 

-600-

 

settembre 1532

Chiesa di Santa Caterina di Brentonico:

-       unum missale riposto con altri oggetti in un armadio all’interno del castello.

 

-601-

 

3 ottobre 1532

chiesa dei Santi Giacomo e Filippo di Peri:

-       breve Memoriale.

 

-602-

 

3 ottobre 1532

chiesa di Sant’Andrea di Brentino:

la confraternita di San Rocco possiede:

-       unum missale.

 

-603-

 

4 ottobre 1532

chiesa parrocchiale di Santa Caterina di Ferrara del Monte Baldo:

-       duo missalia;

-       liber cathecumenorum.

 

-604-

 

5 ottobre 1532

chiesa di San Martino di Caprino:

nella cappella dei Santi Francesco e Antonio:

-       unum missale.

 

-605-

 

6 ottobre 1532

chiesa plebana di Santa Maria di Caprino:

-       tria missalia, unum vetus in carta bona manuscriptum, alio duo impressa, quorum alterum est vetus;

-       unus liber notatus missa et officio mortuorum.

Il visitatore chiede l’acquisto di unum missale, un liber baptismi secundum cathedralem ecclesiam e unus liber sacerdotalis.

 

-606-

 

6 ottobre 1532

chiesa di San Zeno di Boi (Caprino):

-       unum missale.

 

-607-

 

6 ottobre 1532

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio di Costermano:

-       breve Memoriale.

 

-608-

 

7 ottobre 1532

chiesa dei Santi Giacomo e Filippo di Marciaga:

-       unum missale vetus.

 

-609-

 

7 ottobre 1532

chiesa di San Martino di Albisano:

-       duo missalia;

-       unum psalterium vetus manu scriptum.

 

-610-

 

8 ottobre 1532

chiesa parrocchiale di San Pietro di Torri del Benaco:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale, unum librum cathecumenorum .

 

-611-

 

8 ottobre 1532

chiesa di San Giovanni Battista di Torri del Benaco:

-       duo missalia.

 

-612-

 

9 ottobre 1532

chiesa di San Pietro di Campo di Brenzone:

-       unum missale.

-613-

 

9 ottobre 1532

chiesa di Sant’Antonio di Biazza:

-       unum missale.

-        

-614-

 

9 ottobre 1532

chiesa di Santa Maria di Castello di Brenzone:

-       unum missale.

 

-615-

 

9 ottobre 1532

chiesa dei Santi Vito e Modesto di Brenzone:

-       missali.

 

-616-

 

9 ottobre 1532

chiesa dei Santi Caro e Benigno di Cassone:

-       duo missalia.

 

-617-

 

10 ottobre 1532

chiesa dei Santi Caro e Benigno di Malcesine:

il visitatore chiede l’acquisto di unum librum exorcismorum, unum antiphonarium, duos libros psalmorum. Chiede inoltre di far rilegare nuovamente un vecchio missale.

 

-618-

 

11 ottobre 1532

chiesa di San Pietro di Garda:

-       unum missale.

 

-619-

 

11 ottobre 1532

chiesa dei Santi Severo e Nicola di Bardolino:

-       unum missale.

 

-620-

 

11 ottobre 1532

chiesa di Santa Cristina di Bardolino:

-       unum missale.

 

-621-

 

12 ottobre 1532

chiesa di Santa Uliana di Cisano:

-       unum missale.

Il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-622-

13 ottobre 1532

chiesa di San Zeno di Lazise:

-       kalendarium sanctorum secundum cathedralis ecclesiae;

-       breve Memoriale.

 

-623-

 

14 ottobre 1532

chiesa di San Lorenzo di Cavalcaselle:

-       duo missalia.

 

-624-

 

14 ottobre 1532

chiesa parrocchiale dei Santi Filippo e Giacomo di Cavalcaselle:

-       breve Memoriale;

la chiesa possiede alcuni libri lasciati dal defunto don Paulus, già rettore della stessa e viene riportato il seguente inventario:

-       Egidius Romanus: Super primo Sententiarium;

-       Ioannes Faber: Contra Martinum Lutherium;

-       Frater Ambrosius Catharinus: Contra eundem Lutherium;

-       cathalogus Sanctorum;

-       commentaria Cesaris, una cum Iustino et Salustio historicis;

-       supplementum Chronicarum;

-       Opus aureum in forma magna;

-       quaedam opuscula fratris Hieronymi Savonarolae: Triumphus sanctae crucis et super quosdam psalmos;

-       opera Petrarcae;

-       Oratius;

-       vitae Patrum;

-       quedam opera divi Augustini: Meditationes, Soliloquia et Liber confessionum insimul impressi;

-       opus fratris Silvestris Mazolini contra eundem Lutherium;

-       Mariale;

-       Domitii comentaria super epistolis Ovidii;

-       unum Breviarium magnum vetus et unum parvum;

-       Epistolae Tullii;

-       Speculum vitae humanae;

-       Logica Pauli Veneti;

-       unum Doctrinale;

-       unus liber de cantu figurato, et quaedam alia opuscula vulgaria.   

 

-625-

 

15 ottobre 1532

chiesa plebana di San Martino di Peschiera:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-626-

 

15 ottobre 1532

chiesa di Santa Maria della Misericordia di Peschiera:

-       unum missale.

 

-627-

 

15 ottobre 1532

chiesa plebana di Santa Maria di Sirmione:

nella cappella della Madonna del Ponte ha sede la confraternita della Beata Vergine che possiede:

-       unum missale parvum.

 

-628-

 

18 ottobre 1532

chiesa di San Giovanni di Manerba:

-       unum missale.

 

-629-

 

22 ottobre 1532

chiesa parrocchiale di San Michele di Puegnago:

-       breve Memoriale;

-       kalendarium cathedralis ecclesiae secundum.

 

-630-

 

23 ottobre 1532

chiesa parrocchiale di San Michele di Soiano:

il visitatore chiede l’acquisto di unum librum pro baptizandis pueris.

 

-631-

 

23 ottobre 1532

chiesa di San Rocco di Soiano:

-       unum missale vetus;

-       unum librum a cantu in carta pergamena.

 

-632-

 

25 ottobre 1532

chiesa di San Girolamo (Rivoltella):

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-633-

 

25 ottobre 1532

chiesa di San Vigilio (Pozzolengo):

il visitatore chiede l’acquisto di missali.

 

-634-

 

27 ottobre 1532

chiesa plebana di San Nicolò di Castellaro Lagusello:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-635-

 

27 ottobre 1532

chiesa plebana di San Michele di Monzambano:

-       unum missale.

Gli eredi di Bonincontrus de Getolis hanno acquistato unum missale per la chiesa.

 

-636-

 

27 ottobre 1532

chiesa plebana di Sant’Andrea di Sandrà:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

Anno 1533

 

-637-

 

12 agosto 1533

chiesa parrocchiale di San Massimo di San Massimo:

-       unum missale manuscriptum in carta bona.

 

-638-

 

13 agosto 1533

chiesa plebana dei Santi Giacomo e Filippo di Palazzolo:

- unum missale vetus.

Il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-639-

 

15 agosto1533

chiesa parrocchiale di San Paolo di Mozzecane:

la confraternita della Beata Maria Vergine possiede:

-       unum missale.

 

-640-

 

15 agosto 1533

chiesa di San Leonardo di Pradelle di Nogarole Rocca:

-       unum missale parvum.

 

-641-

 

15 agosto 1533

chiesa parrocchiale di San Martino di Bagnolo:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale impressum.

 

-642-

 

15 agosto 1533

chiesa della Santa Trinità in Castello (Nogarole Rocca):

-       missale unum.

 

-643-

 

15 agosto 1533

chiesa parroccchiale di San Zeno di San Zeno in Mozzo:

all’inventario precedente viene aggiunto:

-       unum missale.

 

-644-

 

16 agosto 1533

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Alpo:

il visitatore chiede l’acquisto di unus liber baptismalis.

 

-645-

 

16 agosto 1533

chiesa di Santa Toscana in Ciringelli (San Martino di Azzano):

-       missale.

 

Anno 1541

 

-646-

 

4 maggio 1541

chiesa di San Giacomo alla Tomba (Cadidavid):

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-647-

 

5 maggio 1541

chiesa di San Bernardino di Calcinaro (Nogara):

il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica.

 

-648-

 

6 maggio 1541

chiesa di San Francesco della Gabbia (Salizzole):

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale.

 

-649-

 

6 maggio 1541

chiesa parrocchiale di Santa Margherita di Mazzantica:

-       unum missale.

 

-650-

 

6 maggio 1541

chiesa plebana di San Martino di Salizzole:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale ad minus.

 

-651-

 

6 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Giorgio di Sanguinetto:

il visitatore chiede l’acquisto di antiphonarium e graduale.

Mandatum fuit capellanis quod legant Antoninam et Practicam christianam in vesperis diebus festivis, quibus dimisit libellum pro praedicatoribus et edicta pro legatis piis et contra hereticos.

 

-652-

 

7 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Lorenzo di Concamarise:

il visitatore chiede l’acquisto di un ordinarium missae e dell’Antonina.

 

-653-

 

7 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Giacomo di Sustinenza:

il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica durante la messa e il vespro.

 

-654-

 

7 maggio 1541

chiesa parrocchiale dei Santi Fabiano e Sebastiano di Macaccari:

il visitatore chiede l’acquisto di un liber sacramentorum.

 

-655-

 

7 maggio 1541

chiesa plebana di San Giovanni Battista di Correzzo:

il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica christiane vivendi.

 

-656-

 

7 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Prosdocimo di Pradelle di Gazzo Veronese:

il visitatore chiede l’acquisto di un liber sacramentorum.

Il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica et tabula Christiana durante la messa e il vespro.

 

-657-

 

8 maggio 1541

chiesa plebana di San Pietro di Nogara:

il visitatore chiede l’acquisto di missale unum cum suis signaculis.  

 

-658-

 

8 maggio 1541

chiesa parrocchiale dei Santi Michele e Andrea di Villimpenta:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale e dell’ordinarium missae.

Il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica christiane vivendi.

Dimissa sunt et edicta contra hereticos et pro legatis piis.

 

-659-

 

8 maggio 1541

chiesa di San Bartolomeo di Pradello:

il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica.

 

-660-

 

8 maggio 1541

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Bonferraro:

il visitatore chiede che vengano ricoperti il liber sacramentorum e l’Antonina.

Il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina, la Practica christiane vivendi  e il de vi excomunicationis.

 

-661-

 

9 maggio 1548

chiesa parrocchiale di Ognissanti di Pontepossero:

il visitatore invita il cappellano ad acquistare l’ordinarium missae e il Tractatus de vi excomunicationis e a leggere al popolo l’Antonina e la Practica christiane vivendi.

 

-662-

 

9 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Biagio di Castelbelforte:

il visitatore invita il cappellano ad acquistare il Kalendarium e a leggere al popolo l’Antonina e la Practica nei giorni festivi .

 

-663-

 

9 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Zeno di Roncolevà:

-       liber pro baptismo.

il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica durante i vespri nei giorni festivi.

 

-664-

 

9 maggio 1541

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Fagnano:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

 

-665-

 

10 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Martino di Bagnolo:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

Il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica durante i vespri nei giorni festivi.

 

-666-

 

10 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Paolo di Mozzecane:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

 

-667-

 

10 maggio 1541

chiesa della Santa Trinità in Castello (Nogarole Rocca):

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

 

-668-

 

11 maggio 1441

chiesa parrocchiale di San Martino di Povegliano:

il visitatore chiede che cappellanus signet Antoninam et accipiat Practicam christiane vivendi, quas legat populo etiam in vesperis diebus festivis; item ordinarium missae.

 

-669-

 

11 maggio 1541

chiesa di Santa Maria di Azzano:

il visitatore invita il cappellano ad acquistare l’Antonina, la Practica, la tabula e l’ordinarium missae e a leggere la Practica e l’Antonina durante i Vespri.

 

-670-

 

11 maggio 1541

chiesa di Santa Maria di Castel d’Azzano:

il visitatore chiede al cappellano che legga durante i vespri l’Antonina e la Practica.

 

-671-

 

11 maggio 1541

chiesa plebana di San Zeno di Vigasio:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale novum.

 

-672-

 

11 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di San Giovanni Lupatoto:

il visitatore chiede che vengano acquistati uno scabellum pro missali e unum missale.

 

-673-

 

12 maggio 1541

chiesa di Santa Maria di Santa Maria di Zevio:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

Il cappellano dovrà leggere l’Antonina durante i vespri.

 

-674-

 

12 maggio 1541

chiesa plebana di San Pietro di Zevio:

il visitatore chiede che vengano acquistati duo missalia cum suis signaculis.

 

-675-

 

13 maggio 1541

chiesa parrocchiale di Santa Sofia di Albaro:

il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica durante i vespri.

 

-676-

 

13 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Zeno di Palù:

il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica durante i vespri.

 

-677-

 

13 maggio 1541

chiesa plebana di San Giovanni Battista di Oppeano:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale novum.

Il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica durante i vespri.

 

-678-

 

13 maggio 1541

chiesa plebana di San Pietro di Isola Rizza:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale, un antiphonarium e un graduale.

 

-679-

14 maggio 1541

chiesa plebana di Santa Maria di Ronco all’Adige:

il visitatore chiede che durante i vespri nei giorni festivi vengano lette al popolo l’Antonina e la Practica christianae vitae.

 

-680-

 

15 maggio 1541

chiesa plebana di Santa Maria di Cerea:

Il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina o la Practica durante i vespri.

 

-681-

15 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Pietro di San Pietro di Legnago:

il visitatore chiede che vengano acquistati un missale novum cum suis signaculis, un liber sacerdotalis e un manuale. Chiede inoltre che venga rilegato il messale in pergamena.

 

-682-

 

15 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Michele di Angiari:

Il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica christiana durante la messa e i vespri nei giorni festivi.

 

-683-

 

16 maggio 1541

chiesa plebana di San Martino di Legnago:

il visitatore chiede che vengano acquistati duo psalmista magna pro choro, duo armaria in sacristia, unum pro libris conservandis, alterum pro candelabris ex aurichalco et huiusmodi, unum antiphonarium a choro magnum, uno scabellum pro missale.

 

-684-

16 maggio 1541

chiesa plebana di San Pietro di Porto di Legnago:

Il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica christiana durante la messa e i vespri nei giorni festivi.

 

-685-

 

17 maggio 1541

chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena di Vangadizza:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale, il Sacerdotale e il Manuale.

 

-686-

 

17 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Martino di Vigo:

il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica christiane vivendi.

 

-687-

 

18 maggio 1541

chiesa parrocchiale di Santa Margherita di Carpi:

il visitatore chiede che venga acquistato un liber baptismi e la Pratica christiana.

 

-688-

18 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Nicolò di Castagnaro:

il visitatore richiede l’acquisto del Concilium Coloniense e del Sacerdotale.

 

-689-

 

 

18 maggio 1541

chiesa di San Lorenzo di Begosso:

il visitatore chiede che venga acquistato un liber novus pro baptismo.

Il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica christiana nei giorni festivi e durante i vespri.

 

-690-

 

19 maggio 1541

chiesa di San Pietro di Bevilacqua:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale novum.

 

-691-

 

20 maggio 1541

chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena di Caselle di Pressana:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

Il visitatore invita il cappellano a prendere l’ordinarium missae e a leggere al popolo l’Antonina e la Practica durante la messa e i vespri nei giorni festivi.

 

-692-

 

20 maggio 1541

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio di Miega:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

Il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica christiane vivendi durante la messa e i vespri nei giorni festivi.

 

-693-

 

20 maggio 1541

chiesa plebana di Santa Maria di Albaredo d’Adige:

il visitatore chiede che vengano acquistati un missale pro societate beatae Virginis e i signacula pro duobus missalibus.

-694-

 

20 maggio 1541

chiesa parrocchiale di Santa Maria di Bionde (Belfiore d’Adige):

il visitatore chiede che venga acquistato un missale.

 

-695-

 

20 maggio 1541

chiesa plebana antica dei Santi Vito e Modesto di Belfiore d’Adige:

il visitatore chiede che vengano acquistati i signacula pro uno missali e un liber pro baptismo.

Il visitatore invita il cappellano ad acquistare libri e i Memoralia richiesti e a leggere al popolo l’Antonina e la Practica christiane vivendi durante la messa e i vespri nei giorni festivi.

 

-696-

 

20 maggio 1541

chiesa di San Giovanni Battista di Caldiero:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale novum.

 

-697-

 

21 maggio 1541

chiesa di San Zeno di Colognola ai Colli:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

 

-698-

 

21 maggio 1541

chiesa plebana dei Santi Fermo e Rustico di Colognola ai Colli:

il visitatore chiede che vengano acquistati uno scabellum seu pulvinar pro missali e unum missale.

 

-699-

 

21 maggio 1541

chiesa plebana di San Lorenzo di Soave:

il visitatore chiede che venga acquistato un liber pro sacramentis propterea impresus.

 

-700-

 

22 maggio 1541

chiesa plebana di San Bartolomeo di Illasi:

 il visitatore chiede che vengano acquisiti dal cappellano duo psalmista e il concilium Coloniense per capellanum.

 

-701-

 

22 maggio 1541

chiesa plebana di Santa Maria di Mezzane di Sotto:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

 

-702-

 

24 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Pietro di Poiano:

il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica christianam durante i vespri.

 

-703-

 

25 maggio 1541

chiesa plebana di Santa Maria di Bussolengo:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

 

-704-

 

26 maggio 1541

chiesa plebana dei Santi Filippo e Giacomo di Palazzolo:

il visitatore chiede che venga acquistato un liber novus pro baptismo seu sacramentorum.

-705-

 

26 maggio 1541

chiesa parrocchiale della Visitazione della Beata Vergine Maria di Sona:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

 

-706-

 

27 maggio 1541

chiesa plebana dei Santi Zeno e Martino di Lazise:

il visitatore chiede che vengano acquistati un graduale, un antiphonarium e duo psalmista.

 

-707-

 

27 maggio 1541

chiesa di San Michele di Calmasino:

il visitatore chiede l’acquisto di unum missale cum suis signaculis.

Il visitatore invita il cappellano a procurare il Tractatum de vi excomunicationis e a leggere al popolo l’Antonina e la Practica christiana durante i vespri.

 

-708-

 

27 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Cavaion:

il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica christiana.

 

-709-

 

28 maggio 1541

chiesa parrocchiale di Sant’Antonio di Costemano:

il visitatore chiede che venga acquistato un liber pro baptismo seu sacramentorum.

Il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica christiana.

 

-710-

 

29 maggio 1541

chiesa plebana di Santa Maria di Garda:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

 

-711-

 

29 maggio 1541

chiesa dei Santi Filippo e Giacomo di Marciaga:

il visitatore chiede che venga acquistato un missale.

 

-712-

 

30 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Zeno di San Zeno di Montagna:

il visitatore chiede che venga acquistato un liber baptismi seu sacramentorum.

 

-713-

 

30 maggio 1541

chiesa plebana di Santo Stefano di Malcesine:

il visitatore invita il cappellano a leggere al popolo l’Antonina e la Practica christiana.

 

-714-

 

31 maggio 1541

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Portese:

il visitatore invita il cappellano a leggere il concilium Coloniensis e a leggere al popolo l’Antonina.

 

-715-

 

31 maggio 1541

prepositura dei Santi Pietro e Procolo di Polpenazze:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

 

-716-

 

2 giugno 1541

chiesa parrocchiale di San Michele di Soiano:

il visitatore invita il cappellano a leggere la Practica christiana, le Monitiones generales e il Tractatum de vi excomunicationis.

 

-717-

 

4 giugno 1541

chiesa plebana di San Giovanni Battista di Lonato:

il visitatore chiede che vengano acquistati missalia duo nova e duo psalmista.

 

-718-

 

4 giugno 1541

chiesa di Santa Maria del Corlo (Lonato):

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

 

-719-

 

4 giugno 1541

chiesa plebana di Santa Maria Maddalena di Desenzano:

il visitatore chiede che venga ricoperto il liber baptismi e vengano acquisiti dal cappellano un liber sacerdotalis e un concilium Coloniense per capellanum.

 

-720-

 

7 giugno 1541

chiesa plebana di Santa Maria di Sirmione:

il visitatore chiede che vengano acquistati unum missale novum e un liber sacerdotalis.

 

-721-

 

8 giugno 1541

chiesa plebana di San Michele di Monzambano:

il visitatore chiede che vengano acquistati unum antiphonarium, aliud missale, tobalea pro lectorile .

-722-

 

9 giugno 1541

chiesa plebana di San Pietro di Valeggio sul Mincio:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale novum, signacula pro libris et missalibus.

 

-723-

 

9 giugno 1541

chiesa di Santa Maria di Borghetto di Valeggio:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

 

-724-

 

9 giugno 1541

chiesa di Santa Maria in Monte (Sommacampagna):

il visitatore invita i frati minori che gestiscono la chiesa a leggere al popolo l’Antonina.

 

-725-

 

10 giugno 1541

chiesa parrocchiale di San Massimo di San Massimo: 

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale.

 

-726-

 

18 luglio 1541

chiesa plebana di Santa Maria di Tregnago:

il visitatore chiede che venga acquistato un pulvinar ex corio pro missali. Duo missalia de novo cooperiantur et religentur.

 

-727-

 

19 luglio 1541

chiesa parrocchiale dei Santi Biagio e Salvatore di Castelvero:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale, quia vetus et in parte laniatum.

 

-728-

 

luglio 1541

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Bolca:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale in maiori forma.

 

-729-

 

luglio 1541

chiesa di San Bartolomeo di San Bortolo delle Montagne:

il visitatore chiede che vengano acquistati i signacula pro missali.

 

-730-

 

luglio 1541

chiesa di San Mauro di San Mauro di Saline:

il visitatore chiede che vengano letti dal cappellano il Sacerdotale e il concilium Coloniense.

 

-731-

 

luglio 1541

chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Velo Veronese:

il visitatore chiede che vengano acquistati i signacula pro missali, e che il cappellano legga il sacerdotale e il concilium Coloniense.

 

-732-

 

luglio 1541

chiesa di San Vitale di Roverè di Velo:

il visitatore chiede che vengano letti dal cappellano il sacerdotale e il concilium Provinciale per curatum.

 

-733-

 

21 luglio 1541

chiesa parrocchiale di Sant’Osvaldo di Cerro Veronese:

il visitatore chiede di acquistare l’ordinarium missae per capellanum e il sacerdotale pro ecclesia.

 

-734-

 

2i luglio 1541

chiesa parrocchiale di San Tommaso di Boscochiesanuova:

il visitatore chiede che vengano letti dal cappellano il sacerdotale e il concilium Provinciale per curatum.

 

-735-

  

23 luglio 1541

chiesa di San Giovanni Battista di Breonio:

il visitatore chiede che vengano acquisiti dal cappellano il Sacerdotale, le indulgentiae ecclesiae cathedralis, il concilium Provinciale per curatum, i signacula ad unum missale e unum missale cum signaculis.

 

-736-

 

23 luglio 1541

chiesa di San Giovanni Battista di Cerna:

il visitatore chiede che vengano acquisiti dal cappellano il breve Memoriale e la Practica christiane vivendi.

 

-737-

 

23 luglio 1541

chiesa di San Pietro di Torbe:

il visitatore chiede l’acquisto dell’edictum hereticorum.

 

-738-

 

luglio 1541

chiesa di San Giovanni Battista di Cerna:

il visitatore chiede che vengano acquisiti dal cappellano il breve Memoriale e la Practica christiane vivendi.

 

-739-

 

luglio 1541

chiesa plebana di San Martino di Negrar:

il visitatore chiede che vengano acquisiti dal cappellano il sacerdotale, unum manuale e unum missale.

 

-740-

 

luglio 1541

chiesa della Vergine Maria in Progno (Negrar):

il visitatore chiede che venga acquistata una copiam vi excomunicationis.

 

-741-

 

luglio 1441

chiesa plebana di San Floriano di San Floriano di Valpolicella:

il visitatore chiede l’acquisto di un lectorile e di una tobalia maior pro lectorili quia parva.

 

-742-

 

luglio 1541

chiesa parrocchiale di San Pietro di Marano di Valpolicella:

il visitatore chiede che vengano acquistati i signacula ad  unum missale.

 

-743-

 

luglio 1541

chiesa plebana di San Giorgio di San Giorgio di Valpolicella:

il visitatore chiede che venga acquistato un liber novus pro baptismo.

 

-744-

 

20 luglio 1541

chiesa plebana di Santa Maria di Avio:

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale e unum manuale.

 

-745-

 

luglio 1541

chiesa di San Martino di Pilcante:

il visitatore chiede l’acquisto del concilium Coloniense, di una copiam de vi excomunicationis per curatum e del sacerdotale.

 

-746-

 

luglio 1541

chiesa di San Giovanni Battista di Belluno Veronese:

il visitatore chiede che venga rilegato un missale.

 

-747-

 

29 luglio 1541

chiesa plebana dei Santi Pietro e Paolo di Brentonico:

il visitatore chiede che vengano acquistati dei signacula pro uno libro, il sacerdotale, unum missale, il graduale e il concilium Provinciale per don Bartholomeum Bertoldum (uno dei cappellani della chiesa).

 

-748-

 

31 luglio 1541

chiesa di San Bernardino di Vilmezzano (Caprino):

il visitatore chiede che venga acquistato unum missale cum signaculis, quia vetus.

 

-749-

 

31 luglio 1541

chiesa di San Sepolcro (Caprino):

il visitatore chiede che venga rilegato un missale.

 

-750-

 

31 luglio 1541

chiesa plebana di Santa Maria di Caprino:

il visitatore chiede che venga acquistato un antiphonarium pro vesperis cantandis.

 

 

[1] Le schede sono ricavate dai verbali delle visite pastorali di Gian Matteo Giberti stampati in A. FASANI, (a cura di), Riforma pretridentina della diocesi di Verona. Visite pastorali del vescovo G.M. Giberti 1525-1542, Vicenza 1989, voll. I – II - III.